Nei primi tempi del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati (JRS), che quest’anno celebra 30 anni di attività, i rifugiati che vivevano nelle città non hanno ricevuto un’attenzione specifica. All’epoca l’immagine del rifugiato era molto legata alla realtà dei campi profughi. Oggi, però, oltre la metà dei rifugiati assistiti dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) nel mondo vivono nelle aree urbane.

La crisi in Iraq ha influito pesantemente sulle statistiche: nel 2006-2007 quasi due milioni di rifugiati sono arrivati in Siria e Giordania e tutti vivono nei centri urbani. Ma già negli anni Novanta il JRS aveva iniziato gradualmente a lavorare in favore dei rifugiati fuori dai campi profughi.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…