Since the most  ancient civilizations, dance represents a central
experience in the life of communities because most of the social
rituals turn around it.
The primitive dance is a warrior, magic, sacral, propitiatory dance:
it represents a proper ritual which originates from an ancestral need
of representing reality.
However, dance is also a form of contact with the unknown, with the
supernatural laws which regulate nature's cycles: it is the primary
language adopted by man in order to express the irrational.
While the blue helmets dance in circle, reminding in their movements
the ancient orgiastic rites, in Srebrenica the land was sanctifying by
swallowing the martyrdom of its own culture.

Fin dalle più antiche civiltà la danza rappresenta un'esperienza centrale nella vita  delle comunità poiché intorno ad essa ruota la maggior parte dei riti sociali.
La danza primitiva è danza guerriera, magica, sacrale, propiziatoria: costituisce un vero e proprio rituale che nasce da un ancestrale bisogno di rappresentare la propria realtà. 
La danza, però, è anche una forma di contatto con l'ignoto, con le leggi soprannaturali che regolano i cicli della natura: è il linguaggio primario usato dall'uomo per esprimere l'irrazionale. 
Mentre i caschi blu danzavano in cerchio, richiamando nei gesti gli antichi rituali orgiastici, a Srebrenica la terra si sacralizzava inghiottendo il martirio della propria cultura. 

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…