Il Film, in una barocca e religiosissima Sicilia degli anni cinquanta, svela attraverso il suo protagonista Nick Gentile, meglio noto come ‘zu Cola’ , cosa riesce a legare mafia e pasticceria, un boss ad un cannolo.

Un dolce “vedo non vedo ” della realtà siciliana quello rappresentato sullo schermo con “u zu Cola”, che dopo aver pronunciato “mezza parola” per evitare un sequestro di persona ad opera del bandito Salvatore Giuliano, si ritrova al soggiorno obbligato a Conegliano Veneto: da lì, grazie ad un maresciallo dei carabinieri che sa con che “pirsona pulita” ha a che fare, riesce di tanto in tanto a tornare a casa per trovare gli amici, uno fra tutti il Cardinale.

L’incipit, con la citazione emblematica al don Mariano de ‘Il giorno della civetta’, è una chiave di interpretazione imprescindibile, che conduce per mano lo spettatore durante tutto il film fino alla scena finale, perfetta e suggestiva chiusura del cerchio narrativo.

prodotto dalla Cinematò Videomakers per la regia di Giuseppe Maniglia, la fotografia di Giovanni Garufo e le scenografie di Filippo Pirrello

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…