"WOR(L)DS WITHOUT END - dialoghi interstellari", una videoinstallazione di Maria Korporal con testi di Mariacristina Ferrari e musica di Michael J Stewart.
Una versione speciale del progetto, da proiettare in loop su un unico schermo grande. La prima proiezione ha avuto luogo il 9 novembre 2011 in occasione dell'evento CosmoGRAFIE, una mostra collettiva a cura di Eva Czerkl, presso lo spazio Domus Talenti, Roma.

Descrizione: “Wor(l)ds without end” nasce da un rapporto molto speciale tra due donne che non si sono mai viste né sentite, ma che coincidono da sempre. Hanno inventato di tutto per comunicare tramite reti, e sono riuscite ad annullare le distanze (fisiche) attraverso parole, immagini, colori, suoni. In questo modo hanno creato un ponte che permette loro di incontrarsi, di dialogare, di condividere emozioni, pensieri e sensazioni.
Un ponte generante una costellazione le cui stelle nascono e ri-nascono, si muovono e si trasformano divenendo viaggio, libero da partenza o destinazione… il luogo è sempre qui, il tempo sempre ora.
La costellazione danzante sullo sfondo dei due video è composta da parole tratte da un testo di Jiddu Krishnamurti su “L’Amore”, che è tracciato essenziale e terreno che accoglie e alimenta lo stesso corrispondersi, compiendo quel viaggio che conduce in profondità, elevando. Il testo è in continuo movimento fluido e leggero, a volte leggibile, a volte completamente frammentato.
Su questo sfondo si muovono sfere; sono stelle, da cui nascono versi poetici che si trasformano e originano nuove stelle; c’è un dialogo continuo tra parole e immagini, colori e suoni. Alcune volte appaiono le mani delle protagoniste, che interagiscono fra di loro e intervengono sulle forme.

L’installazione originale consiste in due video girati contemporaneamente; in certi sensi sono opposti e complementari nei colori e nelle forme, sotto altri aspetti sono simili e si riflettono l’uno nell’altro. In questo modo i dialoghi introspettivi uniti in ciascuno dei due video comunicano fra di loro su un altro livello: una con-vers-azione e metamorfosi che non conoscono fine o inizio.

Nella nuova versione del progetto, proiettato per la prima volta in occasione della mostra CosmoGRAFIE, i due video sono stati uniti in un unico video, proiettato in grande.

La colonna sonora è il pezzo "Gates of Remembrance" del compositore inglese Michael J. Stewart.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…