Harold Morowitz, fisico della Yale University, ha calcolato che le probabilità di ottenere il più semplice batterio vivente con cambiamenti casuali siano una su 1 seguito da 100.000.000.000 di zeri. "È un numero così grande", ha detto Shapiro, "che per scriverlo nella forma convenzionale ci vorrebbero varie centinaia di migliaia di libri con le pagine bianche".
Egli accusa gli scienziati che credono nell'evoluzione chimica della vita di ignorare le crescenti prove e di "avere scelto di considerarla una verità indiscutibile, mettendola così nel reliquiario della mitologia". (Origins: A Skeptic's Guide, pp. 32, 49, 128.)
L'evoluzionista Leslie Orgel scrive: "Le attuali membrane cellulari sono dotate di canali e pompe che regolano l'entrata e l'uscita di sostanze nutritizie, prodotti di rifiuto, ioni metallici e via dicendo. Questi canali specializzati richiedono proteine altamente specifiche, molecole che non avrebbero potuto essere presenti all'inizio stesso dell'evoluzione della vita".
Ancor più difficili da sintetizzare sono i nucleotidi, le unità strutturali del DNA, il quale racchiude il codice genetico. Cinque istoni sono associati col DNA (si pensa che gli istoni abbiano a che fare col controllo dell'attività dei geni). Le probabilità di una sintesi accidentale anche del più elementare di questi istoni sarebbero una su 20100: un altro numero enorme, "che supera il totale di tutti gli atomi presenti in tutte le stelle e le galassie visibili nei massimi telescopi astronomici".
Ma la teoria dell'evoluzione incontra difficoltà anche maggiori per quanto concerne l'origine dell'intero codice genetico, indispensabile per la riproduzione della cellula. Il vecchio enigma dell'uovo e la gallina si ripete a proposito di proteine e DNA. Hitching dice: "La formazione delle proteine dipende dal DNA. Ma il DNA non si può formare senza una proteina preesistente".
---------------------------------------------------------
Alla luce delle prove esistenti è assolutamente ragionevole, addirittura scientifico, credere che siamo il risultato di un progetto intelligente. In ultima analisi è l'evoluzione, non la creazione, a richiedere una grossa dose di fede cieca e a pretendere che si creda nei miracoli senza nessuno che li faccia.
----------------------------------------------
Dopo aver esaminato gli altri video di questo canale senza dubbio sarai convinto che le prove depongono a favore della creazione. E una volta che avrai approfondito la questione usando le tue facoltà di ragionare ti sentirai più sicuro nel difendere le tue convinzioni di fronte agli atei.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…