Paolo Magri, direttore ISPI, spiega i possibili risultati dell'incontro a Damasco tra Kofi Annan, inviato Onu in Siria, e il presidente siriano Bashar al-Assad. Difficile che si vada oltre le intenzioni di stabilizzare il paese e la condanna al massacro di Hula del 26 maggio. Per questo, aggiunge Magri, in una situazione in cui Russia e Stati Uniti sono su posizioni distanti (Mosca chiede lo stop delle violenze con Assad al potere, mentre Washington ne chiede le dimissioni) lo scenario più probabile è quello di una guerra civile ancora più profonda.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…