Pànta Rei
progetto coreografico per una filosofia urbana
ideazione: Marta Bevilacqua / Compagnia Arearea
con: Marta Bevilacqua e Valentina Saggin
musica: Nima Ben David
resp. tecnico: Fausto Bonvini
elementi di scena: Compagnia Arearea
produzione: Reggia di Venaria / Compagnia Arearea - 2012
organizzazione: Federica Giuliano
ufficio stampa: Benedetta Boggio / 369gradi - Roma

Panta rei, in greco tutto scorre, è il celebre e discusso aforisma del filosofo Eraclito che racchiude il senso della dottrina del divenire.
Partiamo da qui, da questa ispirazione semplice e profonda, per proseguire la nostra ricerca di unione tra la filosofia, la danza e lo spazio urbano.
Panta rei è la prima tappa di un progetto che intende collocare nello spazio e nel tempo dell'arte i filosofi e i loro concetti.
Si tratta per noi di rintracciare degli ambienti significativi per rendere concreto e performativo il pensiero filosofico.
Per Eraclito, dunque, un fiume.
Il suo pensiero su acqua che scorre incessantemente.
Alle prese con il passare del tempo, con la corrente, con il modificarsi dei loro corpi, due danzatrici, sedute a un tavolo, ritornano alla natura per conoscere, creare, farsi trasportare, scomparire.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…