Un’omaggio al Cinema Italiano rivisitando in chiave contemporanea le più grandi Star del nostro Cinema. Ispirarsi al passato interpretando il presente per rivolgersi al futuro combinando tradizione, innovazione e tecnologia.

La mostra ritrarrà alcune tra le più grandi Star del nostro cinema come Sophia Loren, Claudia Cardinale, Gina Lollobrigida, Anna Magnani, Virna Lisi, Mariangela Melato e Silvana Mangano.

Due eventi con performance dell’artista Cinzia Pellin e proiezioni di estratti dei film interpretati dalle attrici ritratte.

La performance consisterà nella realizzazione, da parte di Cinzia Pellin, di un’opera dal vero. Grazie ad un innovativo concetto di realizzazione pittorico-digitale, l’opera prenderà vita attraverso l’interazione dell’artista su uno speciale schermo ad effetto canvas in alta definizione. L'evoluzione di Cinzia Pellin durante la creazione della sua opera, apparirà come per magia alla vista degli spettatori, dal bozzetto al disegno a matita, dall'inizio della decorazione di massima fino agli ultimi impercettibili dettagli del colore a olio sulla tela.
Il pubblico si sentirà coinvolto, attraverso effetti ottici ed illusori, nella meravigliosa scoperta dell’opera in cui verrà ritratta Anna Magnani, Icona del Cinema Italiano.

Cinzia Pellin porta avanti già da qualche tempo un percorso teso ad analizzare sempre più da vicino l’universo femminile: un viaggio di carattere interiore, un caleidoscopio ricco di fascino e seduzione, un pianeta sezionato in una miriade di schegge, che si avvicinano e si allontanano, nel gioco senza fine dell’esistenza.

I suoi soggetti dal volto angelico appaiono allo stesso tempo “femme fatale” e portatrici di misteri amletici. Un universo quello femminile che è difficilmente interpretabile. La Pellin attraverso le sue opere riporta la Donna allo status che ha sempre occupato nelle epoche antiche. La Donna diventa oggetto di desiderio e di culto. Una narrazione cromatica di un mondo ideale. Attraverso un segno che si fa essenziale, senza mai risultare banale, Cinzia Pellin riesce a rappresentare una condizione umana che trova nei sentimenti dell’Anima la sua vera essenza. Le sue tele si fanno portavoce di realtà manifeste che hanno in luci e ombre il loro status ideale. Il linguaggio cromatico narrato nelle sue tele fa riferimento ad una nuova antinomia, quella tra il bianco e il nero, interrotta da seducenti rossi e “languidi” azzurri-acqua. Una Donna dunque quella della Pellin che ama provocare attraverso uno sguardo che nasconde dietro sé sentimenti che vanno oltre il “già noto”.

La mostra CinemART sarà riproposta nel corso del 2013 in altri tre grandi eventi previsti a Firenze, Milano e Venezia.

CinemART è una produzione DNA Cultura e Kora Diffusione Culturale, in collaborazione con Vecchiato Art Galleries.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…