Gull, un massone di una certa importanza, dà inizio ad una serie di violenze contro le cinque donne, uccidendole brutalmente con l'aiuto di un cocchiere semianalfabeta di nome John Netley. Mentre egli giustifica i brutali omicidi sostenendo che essi siano un avvertimento massonico ad un'apparente minaccia al trono degli Illuminati, gli omicidi sono in realtà parte di un elaborato rituale mistico per assicurare il dominio della società maschile sulle donne. Mano a mano che i delitti proseguono, Gull diventa sempre più sicuro e disinvolto, culminando in una completa visione psichica del futuro durante l'assassinio di Mary Kelly.
La storia è anche uno studio introspettivo su Gull; esplora la sua filosofia personale e le sue motivazioni e dà un senso al suo doppio ruolo di assassino reale e serial killer. Sebbene radicato ai dettagli biografici di Gull, Moore ha ammesso di aver preso una sostanziale libertà narrativa: nella vita reale Gull è colpito da un ictus; Moore, invece, descrive questo evento come una teofania, con Gull che riceve la manifestazione di "Jabulon", una figura mistica massonica, che fondamentalmente altera la visione del mondo di Gull e lo conduce agli omicidi.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…