26/05/2013 - 48° Corteo Storico Matildico - Centro Storico di Quattro Castella (RE)
Riprese e Montaggio: Giorgia Scalia

Ogni anno a primavera inoltrata, Quattro Castella rievoca un importante episodio della storia d'Europa, che avvenne a Bianello tra il 6 e il 10 maggio dell'anno 1111. Enrico V, figlio di quell'Enrico IV che trent'anni prima ottenne dal Papa Gregorio VII, per intercessione di Matilde, il famoso perdono di Canossa, venne a Bianello e incoronò la Gran Duchessa vice regina vicaria d'Italia. Donizone, cronista dell'epoca, ci ricorda che questo fu il primo passo verso il Concordato di Worms; la cerimonia ebbe luogo sul sagrato della chiesa, a due passi da dove avviene l'odierna manifestazione. Quasi 1000 comparse nei tradizionali costumi medioevali, si danno appuntamento ai piedi del castello di Bianello, per dar vita alla emozionante e spettacolare rievocazione. Contadini e villici, monaci penitenti, nobili delegazioni, cavalieri dell'esercito di Matilde, già dal primo pomeriggio si incontrano per le strade del paese; quindi dal Bianello scende il corteo: i cavalieri i religiosi ed il popolo accolgono sul campo Matilde ed Enrico V. Sfilano in parata i gonfaloni delle contrade invitate ai giochi, seguiti da araldi, tamburini castellane, armigeri e dalle Gualdane delle Quattro Castella. Davanti ai suoi fedeli sudditi, Matilde di Canossa è proclamata vice regina d'Italia. Dopo la cerimonia il Maestro d'Armi dà inizio ai giochi: i nobili e valorosi cavalieri si affrontano al Gioco del Ponte. Gli sbandieratori nei loro costumi multicolori, si esibiscono in spettacolari coreografie. Al calar del sole, vincitori e vinti, acclamati dal popolo esultante seguono Matilde in corteo lungo le strade dell'antica contrada.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…