Sistemi di ambienti diffusi : le tipologie forestali della Val Grande dalla conoscenza alla messa a punto di modelli di recupero, gestione e valorizzazione delle risorse naturali
Responsabile scientifico: Dr. Graziella Rotondi
Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Biologia

Al fine di individuare le tipologie di boschi presenti in Val Grande, i ricercatori impegnati in questo sottoprogetto hanno effettuato i rilievi della vegetazione in numerose località del parco.
Il territorio è coperto prevalentemente da faggete nelle vallate interne e da castagneti nelle parti più esterne; ad esse si aggiungono i betuleti, sviluppati in ambienti di recente ricolonizzazione dove sono state interrotte le attività di pascolamento.
Nonostante il quasi totale abbandono, avvenuto al termine della Seconda Guerra mondiale, le testimonianze delle passate attività umane sono tutt’oggi ben riconoscibili. Evidenti sono anche le tracce lasciate sui boschi in cui spesso si possono riconoscere i segni di una conduzione a ceduo, soprattutto nelle faggete e nei castagneti. Dall’analisi dei dati raccolti si possono tuttavia individuare alcune aree boschive meglio conservate e più vicine allo stato originario tra cui si segnalano le faggete presenti lungo i fondovalle della Val Gabbio e della Val Portaiola.
La conoscenza delle tipologie forestali è fondamentale per comprendere le potenzialità e lo stato di conservazione di un ambiente, ma altrettanto importante appare affiancare a tali nozioni alcune azioni di gestione forestale che potranno assecondare ed accelerare le tendenze dinamiche tese verso la formazione di boschi con maggior complessità strutturale e maggiore diversità floristica.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…