collective creation Teatro Sotterraneo
performers Sara Bonaventura, Iacopo Braca, Matteo Ceccarelli, Claudio Cirri
dramaturgy Daniele Villa
light design Roberto Cafaggini
costumes Lydia Sonderegger
sound editing Lea Landucci

production Teatro Sotterraneo/Fies Factory One
co-production Centrale FIES, Fondazione Pontedera Teatro – 4 Cantieri per Fabbrica Europa, festival Armunia Costa degli Etruschi, festival es.terni 2008 – progetto Dimora Fragile
with the support of Regione Toscana, TEATRI DEL TEMPO PRESENTE - l’ETI Ente Teatrale Italiano per le Nuove Creatività

vincitore di NUOVE CREATIVITÀ, progetto sostenuto da ETI Ente Teatrale Italiano

Lo spazio così com'è, privo di accessori. Uno svuotamento.
Un atletismo che si espande e si ritrae, investe i luoghi. Un'invasione.
Montaggio di minimi comuni denominatori delle biografie di ognuno. Il trailer di una vita.
Si accendono le luci. La folla si compatta. Ha inizio il movimento, qualsiasi movimento, tutto purché qualcuno faccia qualcosa – una messa alla prova continua di muscoli e nervi, un corpo precario che dà tutto anche quando non ne ha più, inscena il fare per fare, fare2, fare3, lo strafare, lo stroppiare, una presentazione d'iperattività che va dalla culla all'apocalisse. Per voi.
La Cosa 1 è l'evento, ma è anche il momento subito dopo, quando ci si ferma, stanchi, saturi: La Cosa 1 invece continua, ripete, insiste, riparte a muoversi, correre, fare: la fine sostituita dal sequel: si vive una volta sola.

The space as it is, void of accessories. A removal.
Continuous physical activity which expands and contracts, invades the space. An invasion.
It’s about finding the lowest common denominator of each and everyone’s lives. A life’s trailer.
Lights are up. The crowd swarms in. It begins, anything goes, as long as everyone’s doing something – testing every muscle and nerve, the body is giving everything, performing for the sake of doing it, overdoing it, to the limit, to the extreme. Presenting hyperactivity from the cradle to apocalypse. This one’s for you.
La Cosa 1 is the big event, but also the moment after, when you stop in your tracks, tired, exhausted: La Cosa 1 continues, repeats, insists, drives forward, running, doing: the ending replaced by a sequel: you only live once.

teatrosotterraneo.it

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…