Sulle società tra professionisti necessario un confronto per approntare un modello societario con caratteristiche riservate alle singole categorie. A chiederlo sopratutto nell'interesse dei giovani l'associazione nazionale forense,che , come sottolinea il segretario Ester Perifano, non può e non vuole rimaner fuori dall'utilizzo di sistemi di organizzazione della professione in linea con le necessità dettate dalla modernità. Perchè ciò non avvenga da chiarire diversi aspetti della questione, primo tra tutti: se abbia ragione il Ministero e, visto che la delega al governo per la disciplina della società è rimasta inattuata e ormai scaduta, in materia ci si debba attenere alla legge 183 del 2011, oppure, come sostiene il Cnf rifacendosi alla funzione di rilevanza costituzionale del diritto di difesa, all'avvocato non possa essere concesso di esercitare in forma societaria. Ancora opachi inoltre aspetti normativi di primaria importanza. Un tema sicuramente complesso, generatore di posizioni contrastanti in seno alla categoria.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…