1. The animated history of Anís del Mono (English Subtitles)

    02:05

    from WEARBEARD / Added

    5 Plays / / 0 Comments

    Art Direction & Illustration WEARBEARD Animation ISABEL DE LA TORRE & BRETT ROGSTAD Sound DAVID ACERO / ESTUDIO LA RESERVA Music WEARBEARD Agency DDB SPAIN ----- Is there a link connecting Johnny Depp and Charles Darwin? Or some mysterious connection between Pablo Picasso, grandmothers, and Christmas carols in Spain? The answer is yes. And, believe it or not, that link between a Hollywood actor, an artistic genius, a grandma baking doughnuts and a scientific visionary is… a bottle of Anís del Mono. Its legend goes back to the late 19th century. Anís del Mono’s founder Vicente Bosch had business in America and often received packages containing exotic items from the new continent. One of those was a cute little monkey that ended up giving the brand its name. The story of the bottle’s design is more…romantic. After buying a bottle of perfume for his wife at Place Vendome in Paris, Bosch had found the inspiration for the iconic diamond-patterned design. But it was the label which brought about the funniest anecdotes, such as the world’s oldest typo (the extra L in “distillation") or the monkey’s face, which bears a suspicious resemblance to Charles Darwin, father of the then highly controversial Theory of Evolution. However, Darwin himself would question his theory if he’d seen Anís del Mono’s unexpected evolution. Because it would end up appearing in the art of Picasso, and even becoming… a musical instrument. Its diamond-patterned glass made such a curious sound that it generated one of Spain’s most rooted Christmas traditions: scratching a bottle of “anís”. But its fame grew even bigger, for Anís del Mono also wound up making it in… Hollywood! Sharing the big screen with stars like Johnny Depp. Anís del Mono’s story was written by a thousand hands. It’s more than “anís”. It’s an icon which has been with us since 1870. Few monkeys can say they’ve reached such heights.

    + More details
    • Jo Strømgren Kompani / Mungo Park Theatre - ORIGIN OF SPECIES (2013) - Excerpts

      03:00

      from Jo Strømgren Kompani / Added

      5 Plays / / 0 Comments

      Direction, choreography, text, set design: Jo Strømgren Performers: Anders Budde Christensen, Peter Christoffersen/Henrik Prip, Nicolai Jandorf Costumes, props: Katrine Bunton Lighting design: Jacob Rasmussen Sound design: Rasmus Overgaard Hansen Music: Gorecki, J. S. Bach, Pergolesi, EMF, Los Paraguayos, Los Incas, Arthur Schwartz/Howard Dietz, Kurt Weill/Maxwell Anderson, Roger Whittaker, Hu Song Hua, Rachmaninov, Sting, Bergmund Skaslien, Jørgen Knudsen Assistant director: Nukaka Coster-Waldau Producers: Jo Strømgren Kompani, Mungo Park Premiere: Bergen International Festival, Norway, 2013 More info: www.mungopark.dk www.jskompani.no

      + More details
      • CA Charles Darwin

        00:12

        from Eduardo Schramel / Added

        0 Plays / / 0 Comments

        Centro Acadêmico de Biologia Charles Darwin, Unipar.

        + More details
        • Cosa dire ai ragazzi a cui viene inculcata la bufala dell'evoluzionismo? Dott. Umberto Fasol

          03:38

          from La Vera Scienza / Added

          7 Plays / / 0 Comments

          Il Dott. Umberto Fasol usa ragionamenti logici e intelligenti per aiutare i ragazzi a cui viene inculcata la bufala dell'evoluzionismo a scuola. Potremo fare lo stesso con i nostri figli.

          + More details
          • Al Museo Britannico di Storia Naturale nessun fossile con forme di transizione

            01:52

            from La Vera Scienza / Added

            4 Plays / / 0 Comments

            Luther D. Sunderland riferendosi al libro del Dr. Colin Patterson "Evolution" in cui non compaiono foto di fossili con forme di transizione, chiese il motivo aIlo scrittore. Il Dott. Colin Patterson, Senior Paleontologo al Museo Britannico di Storia Naturale ha scritto il libro “Evolution”. Il dott. Colin Patterson, paleontologo ammise che NON esiste alcun fossile con forme di transizione che dovrebbe provare l'evoluzione benchè nel suo Museo ci sono esposti 7 milioni di fossili! Gli fu chiesto da Luther D. Sunderland perché non avesse incluso informazioni sulle forme intermedie nel suo libro, egli disse: “Concordo pienamente con i Suoi commenti riguardo la mancanza di illustrazioni chiare di forme di transizione nel mio libro. Se fossi stato a conoscenza di una qualsiasi forma, fossile o vivente, li avrei sicuramente inclusi… Lo dico apertamente - non esiste alcun fossile per il quale uno possa difendere la posizione in maniera inattaccabile.” Luther D. Sunderland e si riferisce al libro del Dr. Patterson "Evolution" (1978, Routledge & Kegan Paul Ltd.). Il mio primo passo è stato quello di leggere il libro. (Credo che sia ormai fuori stampa, ma maggior parte delle biblioteche universitarie dovrebbe avere una copia.) Chi ha letto il libro difficilmente può dire che Patterson credeva in assenza di forme di transizione. Per esempio (p131-133) Dove sono tutte queste serie evolutive complete? Se alcuni evoluzionisti onesti non osano neanche citare delle singole forme di transizione a sostegno di queste serie evolutive, come può uno citare delle serie complete?

            + More details
            • The Journey of Beagle 2

              01:47

              from Adam Rumble / Added

              97 Plays / / 0 Comments

              The Journey of Beagle 2, Is my final animation exploring the story of Professor Colin Pillinger and the lost Beagle 2 lander 2003 mission to Mars. It is my final animation for my MA in Graphic Arts at the University of the West of England. See also; Work Blog: http://adamrumble4.tumblr.com Animatic: https://vimeo.com/110125393 Scene developments and Rejected Concepts: https://vimeo.com/115354037 Star test: https://vimeo.com/110409233

              + More details
              • La legge dell'entropia dimostra l'esistenza di un CREATORE

                04:50

                from La Vera Scienza / Added

                9 Plays / / 0 Comments

                La legge dell'entropia, i calcoli della termodinamica e della cinetica le leggi della statistica, portano tutti alla conclusione che la generazione spontanea della vita non è possibile. La vita non è nata e non può nascere spontaneamente da materia senza vita. Questo fatto è in completa armonia con le leggi scientifiche e con le prove sperimentali. Dopo gli esperimenti di Pasteur non si crede più ai casi di generazione spontanea riferiti in passato. Negli esperimenti controllati non avviene. La rivista Newsweek passava in rassegna le implicazioni delle scoperte relative alla creazione dell'universo. "Le forze liberate erano — e sono — eccezionalmente (miracolosamente?) in equilibrio: Se dopo il "big bang" l'espansione dell'universo sarebbe stata più lenta, ben presto (nel giro di qualche milione di anni, o di pochi minuti: comunque, in breve tempo) l'universo sarebbe di nuovo collassato su se stesso. Se l'espansione dell'universo sarebbe stata leggermente più veloce l'universo avrebbe potuto disperdersi in una nube troppo rarefatta per aggregarsi e dare luogo a stelle. Le probabilità sfavorevoli erano — e il termine non potrebbe essere più azzeccato — astronomiche. Il rapporto tra materia ed energia e volume spaziale al momento del "big bang" non poteva discostarsi da quello ideale per più di un miliardesimo di milionesimo dell'1 per cento". Newsweek suggeriva che c'è stato, per così dire, un "Calibratore" dell'universo, dicendo: "Basta una minima deviazione, il margine di errore di un miliardesimo di milionesimo dell'1 per cento, e il risultato è non solo mancanza di armonia ma entropia e ghiaccio eterni. Pertanto che cosa — chi? — ha agito da grande Calibratore?" L'astrofisico Alan Lightman ha ammesso che gli scienziati "trovano sorprendente che l'universo sia stato creato in uno stato così ordinato". E ha aggiunto che "qualsiasi teoria cosmologica valida dovrebbe offrire una spiegazione definitiva a questo problema dell'entropia", dovrebbe cioè spiegare come mai l'universo non è diventato caotico. --------------------------------------------- Alla luce delle prove esistenti è assolutamente ragionevole, addirittura scientifico, credere che siamo il risultato di un progetto intelligente. In ultima analisi è l'evoluzione, non la creazione, a richiedere una grossa dose di fede cieca e a pretendere che si creda nei miracoli senza nessuno che li faccia. ---------------------------------------------------- Dopo aver esaminato gli altri video di questo canale senza dubbio sarai convinto che le prove depongono a favore della creazione. E una volta che avrai approfondito la questione usando le tue facoltà di ragionare ti sentirai più sicuro nel difendere le tue convinzioni di fronte agli atei.

                + More details
                • Fattore magico sul quale si basa l'evoluzionismo! La teoria dell'evoluzione: favola per adulti

                  02:23

                  from La Vera Scienza / Added

                  6 Plays / / 0 Comments

                  L'unica prova della teoria dell'evoluzione si basa su un fattore magico. Per questo è giusto chiamarla una favola per adulti. https://www.youtube.com/watch?v=DGPnj... Il fattore magico sul quale si basa l'evoluzionismo è il fattore tempo, il passare di milioni d'anni diventano nei libri di testo evoluzionistici l'equivalente della bacchetta magica delle fate nei libri di favole, dove è normale leggere che un ranocchio si trasformi in principe azzurro e una zucca e dei topi si trasformino in una carrozza con cavalli. Poniamo di osservare un organismo unicellulare. Se qualcuno degli evoluzionisti dicesse che in 24 ore sarebbe capace di evolversi in un uomo, nessuno ci crederebbe. Se dicesse in un anno, idem. In 10 anni idem, in 100 anni, forse qualche sprovveduto ci crederebbe. In 1000 anni, diversi ci crederebbero. In milioni di anni, molti ci crederebbero. Il fattore magico sul quale si basa l'evoluzionismo sta nel tempo. Più si aumenta il tempo, più tutto diventa possibile, anche che un ranocchio si trasformi in principe azzurro (perché è di questo che si tratta).

                  + More details
                  • L'archeologia confuta l'evoluzione dell'uomo VOYAGER

                    10:37

                    from La Vera Scienza / Added

                    5 Plays / / 0 Comments

                    L'archeologia mostra molti reperti interessanti di che potrebbero obbligarci a rivedere le convinzioni circa l'evoluzione della vita umana. L'archeologia mostra reperti che hanno a che fare con tecnologie sofisticate di molte migliaia d'anni fa, e alcune di queste tecnologie sofisticate sono pure superiori alle nostre. Eppure la teoria dell'evoluzione, con le sue "leggende" pretende che queste tecnologie sofisticate l'uomo le conosceva quando era ancora in "evoluzione" vivendo da "cavernicolo" ed era senza cultura.... c'è davvero molto da fare per rimettere ordine negli scaffali della Storia dell'uomo. I reperti si trovano in varie parti del mondo, tutti diversi tra loro ma che indicano un'unica direzione: l'uomo NON si è evoluto! Dunque per la falsa scienza il primo capitolo della storia dell'uomo è ancora da scrivere. E chi lo scriverà dovrà partire anche da questi oggetti. Per il momento dobbiamo accontentarci di osservare questi "enigmi archeologici" e farci accompagnare da alcuni esperti chiamati a testimoniare per noi da Voyager… ------------------------------­---------­----- Alla luce delle prove esistenti è assolutamente ragionevole, addirittura scientifico, credere che siamo il risultato di un progetto intelligente. In ultima analisi è l'evoluzione, non la creazione, a richiedere una grossa dose di fede cieca e a pretendere che si creda nei miracoli senza nessuno che li faccia. ------------------------------­---------­-------- Dopo aver esaminato gli altri video di questo canale senza dubbio sarete convinti che le prove depongono a favore della creazione. E una volta che avrete approfondito la questione usando le vostre facoltà di ragionare vi sentirete più sicuri nel difendere le vostre convinzioni di fronte agli atei.

                    + More details
                    • Il parto: evidenza di progetto-chiusura dotto di Botallo-inizio respirazione...

                      03:03

                      from La Vera Scienza / Added

                      36 Plays / / 0 Comments

                      Il miracolo della nascita umana. Dopo poche ore dalla nascita, il dotto di Botallo si chiude spontaneamente, in quanto non più necessario alla circolazione, ed attraverso di esso non passerà mai più sangue. Tutto è "programmato". Si può davvero dire che l'uovo fecondato nel seno materno contenga, "scritte", tutte le parti del corpo umano che si svilupperà da esso. Il cuore, i polmoni, i reni, gli occhi, gli orecchi, le braccia, le gambe, lo straordinario cervello e tutte le altre parti del corpo, erano "scritte" nel codice genetico dell'uovo fecondato nel seno materno. Questo codice comprende anche un programma interno che stabilisce il tempo in cui devono comparire queste parti, ciascuna nel giusto ordine. Ci può essere un "programma" e ci può essere una comparsa di tutte queste parti, ciascuna nel giusto ordine. senza un Saggio Programmatore? ----------------------------------------­----- Dopo 40 settimane, ha inizio il travaglio. I muscoli uterini della madre si contraggono e il piccino fa il suo ingresso nel mondo. In questo processo la sua testa, per la compressione, spesso si deforma, ma, poiché le ossa del cranio non sono ancora unite, dopo il parto la testa riprende la sua forma normale. Fino a questo momento la mamma ha fatto tutto per il piccino: gli ha provveduto ossigeno, cibo, protezione, calore, e ha provveduto anche all'eliminazione dei rifiuti. Ora il piccino deve mettersi al lavoro immediatamente, altrimenti morrà. Deve cominciare a respirare affinché i polmoni diano ossigeno al sangue. Ma per far ciò un altro drastico cambiamento deve avvenire istantaneamente: il corso della circolazione sanguigna deve cambiare. Mentre il feto era nell'utero, nella parete del suo cuore c'era un foro. Quella parete separava l'atrio destro da quello sinistro e impediva a gran parte del sangue del piccino di raggiungere i polmoni. Un grande vaso sanguigno faceva sì che la maggior parte del sangue che andava in quella direzione evitasse i polmoni. Mentre era nell'utero, solo circa il 10 per cento del sangue attraversava i polmoni; dopo la nascita tutto il sangue deve attraversarli, e subito. A questo fine, entro pochi secondi dalla nascita il grosso vaso sanguigno che aggirava i polmoni si contrae e il sangue che vi passava ora va nei polmoni. Frattanto il foro nella parete del cuore si chiude, e tutto il sangue pompato dalla parte destra del cuore ora passa attraverso i polmoni per ricevere ossigeno. Il piccino respira, il sangue riceve ossigeno, cambiamenti enormi hanno avuto luogo e il piccino vive! ---------------------------------------­­---- Alla luce delle prove esistenti è assolutamente ragionevole, addirittura scientifico, credere che siamo il risultato di un progetto intelligente. In ultima analisi è l'evoluzione, non la creazione, a richiedere una grossa dose di fede cieca e a pretendere che si creda nei miracoli senza nessuno che li faccia. ----------------------------------------­­------- Dopo aver esaminato gli altri video di questo canale senza dubbio sarai convinto che le prove depongono a favore della creazione. E una volta che avrai approfondito la questione usando le tue facoltà di ragionare ti sentirai più sicuro nel difendere le tue convinzioni di fronte agli atei.

                      + More details

                      What are Tags?

                      Tags

                      Tags are keywords that describe videos. For example, a video of your Hawaiian vacation might be tagged with "Hawaii," "beach," "surfing," and "sunburn."