Registrazione audio dell'incontro tenutosi presso la Libreria Scaldasole Books in via Scaldasole n. 1 a Milano.
facebook.com/ScaldasoleBooks
-----------------------------------------------------------------------------
Il camminare fa parte di quelle azioni, o di quei movimenti che segnano un particolare momento di passaggio nella nostra infanzia e questo momento è quello dell'imparare, dell'apprendere, del cominciare a. Questo significa che come infiniti altri movimenti e come anche nel linguaggio è qualcosa che non possediamo dalla nascita, ma che in qualche modo iniziamo ad assumere da un certo momento in poi della nostra vita. Piuttosto che iniziare offrendo una possibile definizione di questo movimento è così che vi propongo di avvicinarvisi, come nell'infanzia e questo perché se da un lato è pur vero che anche adesso è possibile problematizzare la forma di abitudine che abbiamo assunto nel tempo nel camminare, dall'altro ciò su cui oggi ci vogliamo soffermare è l'apprendere a camminare nelle immagini-in-movimento.
---------------------------------------------------------------------------------------------
Attenzione: i diritti dei video di cui vengono mostrati brevi spezzoni a puro scopo didattico non sono di proprietà di Scaldasole Books ma dei rispettivi creatori/produttori.

Bibliografia:

Honoré de Balzac, Théorie de la démarche, Eudène Didier, Parigi, 1833
Honoré de Balzac, Patologia della vita sociale, Boringhieri, Torino 1992
Giovanni Alfonso Borelli, De Motu Animalium, Angeli Bernabo, Roma 1680
Marta Braun, «Muybridge le magnifique», in Études photographiques, 10 Novembre 2001 online dal 10 settembre 2008, etudesphotographiques.revues.org/262
Marta Braun, Picturing Time: The Work of Etienne-Jules Marey (1830–1904), University of Chicago Press, Chicago 1992
Elspeth H. Brown, «Racialising the Virile Body: Eadweard Muybridge’s Locomotion Studies 1883–1887», in Gender & History, vol.17, n.3, Novembre 2005, pp. 627–656
Gilles Deleuze, Cosa può un corpo? Lezioni su Spinoza, Ombre Corte, Verona 2007
Carlo Ginzburg, Miti emblemi spie. Morfologia e storia, I ed. 1986, Einaudi, Torino 2000
Étienne-Jules Marey, La méthode graphique dans les sciences expérimentales: et principalement en physiologie et en médecine, G. Masson, Parigi 1885
Marcel Mauss, « Les techniques du corps », in Journal de Psychologie, XXXII, ne, 3-4, 15 Marzo - 15 Aprile 1936, comunicazione presentata alla Società di Psicologia il 17 maggio 1934
Andreas Mayer, «Faire marcher les hommes et les images. Les artifices du corps en mouvement», Terrain, n° 46, 2006, pp.33-48
Eadweard Muybridge, Muybridge’s Complete Human and Animal Locomotion, Dover, New York 1979
Pierre Sansot, Poétique de la ville, Klincksieck, Parigi 1971
Allan Sekula, «The Body and the Archive», in October, vol. 39, The MIT Press, Winter 1986, pp. 3-64
Eduard Weber – Wilhelm Weber, Mechanik der menschlichen Gehwerkzeuge. Eine anatomisch-physiologische Untersuchung, Dieterich, Göttingen 1836

Altre fonti:
«Rapport présenté par M. Marey à l’Assemblée générale de l’association internationale des académies, le 16 avril 1901», Institut de France, Premiers travaux de la Commission internationale de contrôle des instruments enregistreurs et d’unification des méthodes en physiologie, Parigi 1901
Sui Gait Identifying Systems:
a.a.v.v., «Behavioural biometrics: a survey and classification», in Int. J. Biometrics, vol. 1, n. 1, 2008, pp. 81-113
a.a.v.v., «Identification of Humans Using Gait», IEEE TRANSACTIONS ON IMAGE PROCESSING, vol. 13, n. 9, Settembre 2004
Jeffrey E. Boyd - James J. Little, Biometric Gait Recognition, dai Departments of Computer Science delle Università di Calgary e della British Columbia, in Advanced Studies in Biometrics, Lecture Notes in Computer Science, vol. 3161, 2005, pp. 19-42
Per una bibliografia generale sullo stato delle ricerche e degli usi dei sistemi di controllo biometrico sulle andature:
cms.brookes.ac.uk/staff/FabioCuzzolin/refs-gait.html

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…