a work by Jonathan Pannacciò and Keti Stamo

music by Ezio Bosso

N UN MONDO DOVE SFILA LA PAURA , BOMBARDAMENTI E CONFLITTI INTERNAZIONALI SONO INDICATORI DI VIOLENZA CHE SI PRESENTANO IMMEDIATAMENTE DAVANTI ALLA NOSTRA MENTE .
MA , LIBERIAMOCI DAL MIRAGGIO AFFASCINANTE DI QUESTA VIOLENZA VISIBILE GRAZIE AI MEDIA , COMPIUTA DA ATTORI IDENTIFICABILI. E' UNA PERICOLOSISSIMA "ILLUSIONE OTTICA ".
E' NECESSARIO PERCEPIRE I CONTORNI DELLO SFONDO CHE GENERA QUESTO: C’E UN ALTRA VIOLENZA CHE NUTRE I NOSTRI STESSI SFORZI DI COMBATTERLA E PROMUOVERE LA DEMOCRAZIA . QUESTO E' IL PUNTO DI PARTENZA. COMPRENDERE QUESTA SECONDA VIOLENZA, SIMBOLICA E SISTEMICA DEL TUTTO INVISIBILE COME UNA " MATERIA NERA". QUESTA OPERA NEI RAPPORTI DI ISTIGAZIONE DI DOMINIO SOCIALE E SFRUTTAMENTO, RIPRODOTTI DA FORME DI ESPRESSIONE LINGUISTICA O DAL FUNZIONAMENTO DEI NOSTRI SISTEMI POLITICO-ECONOMICI.
QUESTA VIOLENZA E' ESATTAMENTE LA GEMELLA DI QUELLA VISIBILE.
COSI CI TROVIAMO INTRAPPOLATI IN UNO "SPECCHIO" , IN UNA SORTA DI ILLUSIONE SENSORIALE ANALOGA A L' ILLUSIONI ETICA, IN UNA DIMENSIONE NON CODIFICABILE SENZA Il POTERE (CORAGGIO?..) DI CONFRONTO, A VOLTE CON LA NOSTRA STESSA IMMAGINE. INVECE VIVIAMO IN UN SPAZIO NEUTRO, SORVEGLIATO DAGLI “DEI”, INCOSCIENTI, DOVE UN MECCANISMO DI FILTRAGGIO IMPEDISCE ALLA VERIDICITA' DI ENTRARE .
NON CI SONO SOLUZIONI CHIARE, NE' LA SPERANZA DI UNA LUCE ALLA FINE DI UN TUNNEL, IN FORZA DELLA CONSAPEVOLEZZA CHE QUELLA LUCE POTREBBE APPARTENERE FORSE A UN "TRENO" CHE STA PER SCHIANTARSI SU DI NOI ,SCOMPONENDOCI IN MILLE PEZZI DI PARTICELLE ELEMENTARI.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…