VideoDocumentation of the performance.
Open#3
S.a.L.E docks, Venezia.

I Musei oggi assumono sempre più la forma di giganteschi Bookshops, cafés, RistoBumBum ecc.. ma lo spazio della fruizione estetica, della contemplazione e attivazione dell’esperienza artistica spesso non risulta nemmeno necessario, potrebbe anche non esserci.
E’ sufficiente una bellissima Rosa sulle rive di un fiume a decorare una città mineraria. Una Gigantoscultura che si spaccia per Museo e produce ricchezza sotto forma di capitale.
E, di conseguenza, non è difficile verificare come i destinatari del messaggio dell’Arte, la Gente, abbiano ribattezzato nuovi luoghi di contemplazione estetica, dai quali non si sentano estromessi ma realmente al centro di un’attenzione: il Departement Store.
Non solo qui possiamo perderci nella contemplazione, ma possiamo illuderci che chiunque possa esaudire il proprio desiderio feticistico della possessione.
Oggi la reale possibilità della contemplazione del bello avviene nei Centri commerciali, chiusi, caldi e accoglienti e sempre pronti a farti desiderare di più. Il luogo dove realmente tutto gira intorno alla Gente.
Basta chiamarli clienti.
Allora ribaltando i mille piani possibili, basta una promozione per diventare artisti ed esporre in una mostra non è mai stato così facile.
Dei Veri Promoter Brand Specialist propongono la possibilità di diventare autori di un’opera d’arte attraverso un contributo economico e la compilazione di un questionario al pubbico dell’opening. Ne rimane un dipinto coi risultati statistici delle risposte al questionario, le cui domande sn tratte dai test psicoattitudinali per la selezione dei Promoter nei Centri Commerciali realizzati dalle Agenzie del Personale.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…