SANTUARIO DI S.GIROLAMO EMILIANI E CASTELLO DELL’INNOMINATO, Vercurago (2896 abitanti), lago di Garlate, provincia di Lecco, Lombardia, Italia. Il comune di Vercurago ha due frazioni: Somasca e Folla. La piccola frazione di Somasca, collocata nella parte superiore del comune lungo le pendici dei monti, da cui si gode una bellissima vista dei laghi di Garlate e Lecco, è divenuta particolarmente importante in quanto è a tutt'oggi la sede della Congregazione dei Chierici Regolari di Somasca. In questa località morì infatti il fondatore dell'ordine San Girolamo Emiliani. Nelle immediate vicinanze si trova il cosiddetto “Castello dell'Innominato”, che nei Promessi sposi Alessandro Manzoni descrive come il luogo dove visse la figura dell'Innominato. Gerolamo Emiliani, o Gerolamo Miani (Venezia, 1486/Somasca, 8 febbraio 1537) fu il fondatore dell'ordine dei Chierici Regolari di Somasca; è venerato come “santo” dalla Chiesa cattolica da cui è considerato "patrono universale degli orfani e della gioventù abbandonata" (Pio XI, 1928). Visse in uno dei periodi più tormentati della storia della Chiesa: quello della Riforma protestante seguito dalla Controriforma cattolica di cui fu esponente. Riflette nella sua personalità, anche senza averne una chiara coscienza, le caratteristiche dell'uomo rinascimentale. Le differenti tappe della sua vita, prima e dopo la conversione, rivelano alcuni tratti salienti che hanno segnato quell'epoca della storia. Da una parte una rinascita del paganesimo, che penetra e contagia perfino alcuni importanti settori e membri della comunità cristiana; dall'altra l'affermarsi e l'espandersi, in seno alla stessa comunità, per convinzione o reazione, di forze nuove con il proposito di riformare la Chiesa dal di dentro e dal di fuori come affermò lo stesso Emiliani: "riportando in vita lo stato di santità dei tempi apostolici".

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…