tratto da La morte di Anton Webern di Gert Jonke
traduzione Cristina Grazioli
di e con Pierangela Allegro (voce e scrittura) Michele Sambin (suoni e immagini)

un Abbaglio ri-evoca la fatalità costata la vita al compositore Anton Webern, ucciso per errore una sera del 1945, a guerra finita, da un cuoco dell'esercito americano.
Un abbaglio... e la fiamma del fiammifero con cui Webern si sta accendendo il sigaro viene scambiata per un colpo d'arma da fuoco.
Un abbaglio... e in modo tragicomico ha fine la vita di uno dei più importanti uomini di cultura del secolo scorso.
A partire da questo evento, il lavoro disegna le relazioni che intercorrono tra vita e arte.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…