25 aprile 2012
Dopo sei anni di richieste e proposte di ogni tipo, dopo aver avuto incontri con tre o quattro assessori (ormai abbiamo perso il conto) che si sono succeduti in questi anni, ricevendo risposte tra le più disparate, ma mai concrete, mai operative, mai con una volontà vera di trovare delle soluzioni, spesso in contraddizione le une con le altre, dopo avere promosso una petizione con oltre 7000 firme raccolte, dopo che anche il presidente della Federazione Rugby Italiana aveva lanciato un'appello ai nostri amministratori, anche questo ignorato, dopo che l'assessore in carica ha affermato che l'impianto era fruibile, dimostrando di non avere alcuna cognizione dello stato disastroso e disastrato dell'impianto (documentato pubblicamente da noi, dalle tv, dai giornali), ieri 25 aprile 2012 si è deciso di andare a Liberare questa struttura in agonia.
Abbiamo maturato la convinzione che sia giunto il momento di intervenire esclusivamente con le nostre forze, perchè crediamo sia un dovere civico muoversi in prima persona scavalcando chi avrebbe l'obbligo della gestione ed invece lascia nel più completo degrado il patrimonio pubblico, nostro, della città.
Si è appena cominciato, c'è tanto lavoro da fare, ma è stato un meraviglioso inizio, con centinaia di persone che hanno speso il proprio tempo e dedicato le proprie energie a ripulire, spostare, mettere in sicurezza i tombini scoperchiati, ripristinare gli accessi. Una giornata memorabile, conclusa con un momento assembleare durante il quale si è condivisa l'idea di non lasciare nulla di intentato. Già si stanno pensando iniziative e progetti per sostenere i lavori, grazie al prezioso contributo di tutte le strutture associative, sportive e le persone che hanno deciso di partecipare. Il primo appuntamento c'è già è il prossimo Primo Maggio festa dei lavoratori che festeggiaremo al Campo San Teodoro Liberato tra lavoro, sport ed arte, e presto sarà pronto un calendario di interventi con l'obiettivo di rendere fruibile l'impianto, anche parzialmente, entro poche settimane.
In bocca a lupo a tutti noi e grazie a chiunque ha dato o voglia dare il proprio contributo a questo percorso di dignità e di emancipazione!

Campo San Teodoro Liberato.
per chi vuole dare la propria disponibilità a dare un contributo: camposanteodoro@tiscali.it

Che cos'è il campo San Teodoro?
Il centro polisportivo San Teodoro sorge su una collina a ridosso del borgo antico di Librino.
Nel 1997, in occasione delle universiadi, iniziano i primi lavori
Nel 2003 la struttura, costata 10 milioni di euro, è ancora incompleta, ma viene consegnata all'amministrazione comunale che l'abbandona senza prevedere nessuno progetto per il suo uso da parte dei cittadini. Oggi l'unica parte fruibile è il campo di calcio, ricoperto di erbetta sintetica. Il campo di rugby, gli uffici, le palestre e gli spogliatoi sono stati del tutto vandalizzati e distrutti.
A qualche metro di distanza dal campo c'è la sede del centro Iqbal Masih, dove nel 2006 nasce l'associazione sportiva i briganti rugby di librino che decide di iniziare un'esperienza sportiva e di impegno sociale con i bambini del quartiere
In cinque anni di attività i briganti hanno coinvolto centinaia di ragazzini di librino che oggi giocano nelle categorie under 8, 10, 12, 14, 16. Per gli allenamenti e i concentramenti sono costretti a spostarsi da un campo all'altro della città.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…