Oltre 100mila spettatori. 130 relatori, compresi due Premi Nobel. 4 giorni di appuntamenti che hanno animato gli spazi più belli del centro storico di Bologna, da Palazzo Re Enzo all’Archiginnasio, da Piazza Maggiore alla Libreria Coop Ambasciatori, dal cortile di Palazzo d’Accursio a Piazza Santo Stefano, fino a Piazza Verdi. E’ stata la prima, emozionante edizione di La Repubblica delle Idee. E Mismaonda ha fatto parte di questa avventura. Indimenticabile.
Quando a fine febbraio 2012 i promotori ci hanno contatto, il ritornello che si erano sentiti ripetere sino ad allora era: “Preparare un festival in tre mesi? Voi siete matti”. Lo racconta bene uno di loro, Aldo Balzanelli
Ma a Mismaonda le ‘mattate’ piacciono assai, per cui ci siamo messi a lavorare da subito su un’idea di scenografia, sui rapporti con la città, ovvero la ricerca delle location, in primo luogo, poi i contatti con le istituzioni. E piano piano abbiamo creato le rete che avrebbe accolto i relatori e gli ospiti del festival, di cui abbiamo curato anche l’accoglienza.
Finalmente, è arrivato il 14 giugno e la festa è cominciata. Da giovedì a domenica i bolognesi, ma non solo loro, hanno preso letteralmente d’assalto gli appuntamenti della manifestazione che ha avuto tra i suoi ospiti personaggi come Zygmunt Bauman, David Grossman, Nouriel Roubini, Shirin Ebadi e Margherita Hack. Quindi le grandi firme del giornale, a cominciare dal suo fondatore Eugenio Scalfari e dal suo direttore Ezio Mauro, poi ancora Enrico Franceschini, Vittorio Zucconi, Federico Rampini, Daniele Mastrogiacomo, Concita De Gregorio, Riccardo Luna, Bernardo Valli, Massimo Giannini, Dario Cresto-Dina e tanti altri. Sabato c’è stata persino l’intervista pubblica al Presidente del Consiglio Mario Monti, condotta da Scalfari e Mauro, insieme a Claudio Tito (qui link). Non sono mancati gli amici di Repubblica: Alessandro Bergonzoni, Umberto Eco, Alessandro Baricco, solo per citarne alcuni. Fino al gran finale: in Piazza Maggiore, starcolma oltre ogni previsione e nonostante il sole cocente, per il concerto di Francesco De Gregori.
“Io conto per uno, ma personalmente voto per tornare a Bologna”, ha affermato Ezio Mauro domenica, dal palco della piazza, lanciando l’appuntamento per il 2013 (qui il link).
Mismaonda non si tirerà indietro neanche il prossimo anno. Magari con una nuova idea per affermare la presenza di Repubblica nella città che ospiterà il festival. Per il 2012 abbiamo proposto la grande R, in Piazza Re Enzo. Ed è diventata subito lo sfondo delle foto, delle cartoline, degli mms, dei post che i visitatori e i bolognesi si sono portati a casa come ricordo (qui il link).
Mismaonda è stata partner con Agorà Laterza del Gruppo Editoriale l’Espresso nella realizzazione della prima edizione di La Repubblica delle Idee, curando le scenografie, le relazioni istituzionali, l’accoglienza e il coordinamento viaggi dei relatori, l’organizzazione tecnica, la logistica, gli allestimenti, gli impianti audio-video, il sistema delle trasmissioni streaming.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…