"I do believe" rappresenta simbolicamente la radice del mio credo artistico che tenta di capovogere e rifondare il senso dell'accaduto e del reale. Credo nella potenza dell'Arte come mezzo per attuare una trasformazione radicale della realtà. Credo nel potere rivoluzionario e fondamentalista dell'Arte come esplosione del sè collettivo e come antitodoto alla sanguinosa crudeltà della quotidianità. Credo e vedo. Credo e trasformo. Credo e cancello. Credo ed esprimo. In questo caso ho utlizzato frame di uno spot contro il terrorismo islamico trovato in rete, l'ho smembrato, spixellato, ne ho tagliato parti e invertito il senso. Ho insistito concettualmente sull'abuso della religione - di qualsiasi tipo - in particolare, nella fatispecie, sugli atti compiuti in nome di Allah. Ho cambiato il senso della professione di fede "Allah è grande", e ho coniato e sustanziato il mio personale "auto da fè".

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…