Italiano

Libera, di nome e di fatto. E piena di coraggio. Quello che serve per dire no al racket delle estorsioni. Non è un caso che Alessandro Trigona abbia scelto quel nome - lo stesso utilizzato da Don Ciotti per l’associazione antimafia da lui fondata - per caratterizzare il personaggio di un progetto artistico di impegno civile che, dopo uno spettacolo teatrale e un corto, sta per tradursi in film, e non solo. In ballo ci sono anche una pubblicazione con i commenti di alcune personalità che hanno affrontato le questioni dell’usura e del «pizzo», un lavoro di danza e un fumetto. Del resto, più linguaggi si parlano, quando si toccano certi temi, più possibilità ci sono di sensibilizzare l’opinione pubblica.

I protagonisti di 'Io sono Libera' sono Daniela Ricci, Mario Focardi e Alberto Di Stasio. Le musiche sono dello stesso Gianluca Pirazzoli e i costumi di Loredana Paletta. "Abbiamo molti sostenitori - raconta ancora Pirazzoli - la Cgil, Sos Impresa, l'associazione Libera e la polizia di Stato, che ci ha permesso di seguirne le attività".
Il docufilm è arricchito da diverse interviste, tra cui al segretario generale Cgil Susanna Camusso, al presidente Sos Impresa Lino Busà, Luigi Ciatti delegato alle politiche di contrasto ai fenomeni criminali del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, da esponenti sindacali delle forze dell'ordine del Silp–Cgil di Roma/Lazio, al vice-presidente dell'associazione Libera Marcello Cozzi, e dalle testimonianze delle vittime del racket delle estorsioni. La questura di Roma ha messo a disposizione una volante con equipaggio in divisa.
L'intero progetto e prodotto da Musikè sas e da Dogma Mediart srl e vede il sostegno di numerose realtà istituzionali e associative che contrastano tali fenomeni criminali come il Silp-Cgil del Lazio (sindacato di Polizia), Sos Impresa, il sindacato nazionale scrittori (Cgil), la Federazione Unitaria Italiana Scrittori, la Uil di Piacenza, la Web-TV, Edda Edizioni, e Unika (Accademia di danza, musica, teatro di Bari).
La produzione e post-produzione audiovisiva è stata realizzata da Cromovideo Audiovisual E-Motion di Roma

Il video è stato presentato nel 2012 presso lo Spazio Incontri del Venice Film Market/Industry Office della 69esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia

English

Libera (Free), in name and in fact. And full of courage. What you need to say no to extortion. It is no coincidence that Alexander Trigona he chose that name - the same one used by Don Ciotti for mafia association that he founded - to feature the character of an artistic project of civic engagement that after a play and a short film, is about to result in films, and not only. At stake are also a publication with the comments of some personalities who have addressed the issues of wear and "lace", a work of dance and a comic book. Moreover, the more languages you speak, when you touch certain issues, the more likely you are to raise public awareness.

The protagonists of "Io Sono Libera (I'm Free) are Daniela Ricci, Mario and Alberto Di Stasio Focardi. The music is the same Gianluca Pirazzoli and costumes by Loredana Paletta. "We have many supporters - raconta still Pirazzoli - the CGIL, Sos Impresa, the association Libera and the state police, which has allowed us to follow their activities."
The documentary film is enriched by several interviews, including the Secretary-General CGIL, Susanna Camusso, the President Lino Busà Sos Impresa, Luigi Ciatti delegated to policies to combat the criminal activities of the Mayor of Rome, Gianni Alemanno, by members of the police union the Silp-CGIL in Rome / Lazio, the vice-president of the Free Marcello Cozzi, and the testimonies of the victims of extortion. The police of Rome has made available a steering wheel with crew in uniform.
The whole project and produced by Musikè sas and Dogma Mediart Ltd. and sees the support of many institutional bodies and associations that oppose these criminal phenomena such as Silp-CGIL Lazio (police union), Sos Impresa, the national union writers ( CGIL), the Italian Federation of Unitarian writers, the UIL of Piacenza, Web-TV, Edda Publishing, and Unika (Academy of dance, music, theater in Bari).
Production and post-production audio-visual was created by Cromovideo Audiovisual E-Motion of Rome

The video was presented in 2012 at the Space Encounters of the Venice Film Market / Industry Office of the 69th Venice International Film Festival

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…