In questa zona protetta dal vento, antistante al “Kaffeehaus” si apre il tipico giardino all’italiana con le sue aiuole geometricamente impostate.
Da questo punto è possibile ammirare guardando il mare, in cima al molo, ancora nella collocazione voluta da Massimiliano d’Asburgo, la sfinge di età tolemaica risalente al II secolo a. C.
Si tratta di un reperto della collezione egizia riunita da Massimiliano grazie alla consulenza scientifica dell’egittologo Simon Reinisch, e oggi conservata a Vienna presso il Kunsthistorisches Museum.
Da questo bivio, percorrendo il viale parallelo al giardino si giunge all’ingresso del Parco sulla strada per Vienna oppure tenendo il mare a sinistra si giunge al belvedere dei cannoni: donati da Leopoldo I re dei Belgi; sulla destra una piccola stradina porta alla cappella di San Canciano.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…