Un fluire vitale, che oscilla tra la quiete e il vento,
l'incontaminato e il brullo, lembi di teli e lembi di terra.

Memorie di danze e camminate al sole
scorrono, dalla città verso il mare dal troppo pieno al vuoto
dalla ruggine al muschio da padre in figlio.

L'eterno ritorno.

Il testo:
Pars mea Dóminus, dixit  ánima mea proptérea exspectábo eum.

Hanno partecipato al progetto:
Marzio Rosi voce, arrangiamento, tastiere, mix
Sveva voce bambina
Voce greca da rito Greco Ortodosso
Voci Coristi:
Anna maria Leone
Rosalba Mustillo
Maria Carmela Rossodivita
Pino Cerrone
Dario Miniello
Giuseppe Natarelli
Mario Palladino
PietroToscano Alfonso Verini
Massimo Collesano chitarre elettriche
Miguel D’Agata basso elettrico
Giulio Costanzo tamburo militare
Luca Petti deejay
Graziano Carbone batteria

marziorosi.it

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…