La passione per l’arte e la musica sono doti indiscusse del parroco di Aprica, don Augusto Azzalini, oltre che quella di pastore naturalmente. Proprio l’amore per queste arti lo ha portato ad arricchire il santuario di Maria Ausiliatrice della località con due sculture di Giuliano Collina e, con due momenti musicali all’anno, con concerti di musica sacra proposta dall’imponente organo della chiesa mariana.
Martedì sera l’ospite della parrocchia dei Santi Pietro e Paolo è stato l’organista Rudolf Müller che ha proposto un programma di brani famosi e orecchiabili – per quanto lo possa essere la musica d’organo – e brani di recente composizione ed uno particolarmente significativo dedicato proprio a don Augusto.
Pienissima la chiesa di villeggianti che hanno approfittato di questo appuntamento per una serata con musica di livello. Peccato per i meno musicalmente “educati” che hanno rumoreggiato durante alcuni parti dell’esibizione. Particolarmente interessante la presentazione a cura dell’organaro Piero Sandri che ha spiegato con devozione di particolari la storia e le caratteristiche dell’organo a 3.500 canne, le tre tastiere e la pedaliera, oltre che ha fornito suggerimenti su come riconoscere e apprezzare le diverse tonalità dello strumento. Piccola curiosità e orgoglio per Aprica: la presenza di Davide Ambrosini, giovane chitarrista studente al conservatorio, che ha svolto la funzione di “gira pagine” durante il concerto concluso con un “Salve Regina”. Presenti il sindaco, Carla Cioccarelli, e il vicesindaco, Bruno Corvi, cui è andata l’esplicita richiesta di aiuto da parte del parroco per poter ospitare un altro concerto d’organo durante il periodo natalizio.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…