Kenya settentrionale al confine con la Somalia, una regione arida, deserta e infestata dai miliziani del gruppo terrorista Al-Shebaab. Qui sorge il campo profughi di Dadaab, il più grande al mondo, e qui lavora Mariasole Dell’Oro che dopo aver frequentato il Master in International Cooperation dell’ISPI è stata scelta come Project Coordinator per le attività di Family Tracing dall’ ONG danese Refugee United.
Passata in ISPI per un saluto, l’abbiamo “intercettata” per rivolgerle qualche domanda:
Cosa significa essere Project Coordinator in una situazione complessa come quella di un campo profughi?
Cosa si intende con Family Tracing e quali attività state portando avanti?
Quali sono i problemi principali che ti trovi a dover affrontare?
Ci sono altri colleghi espatriati che lavorano con te?
Per sapere cosa ci ha risposto Mariasole guarda la sua video-intervista

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…