All'unisono dopo una minima.

In questo modello di Canone su tenor, si deve procedere con grazia naturale e valori mediani, procurando
possibilmente di non cominciare la battuta con armonie di 4/6, perché suonerebbe vuoto.
Impiegare il salto di Ottava ed altri salti per nascondere le continue e inevitabili successioni di terze.
Non si cerchi di utilizzare dissonanze in legatura.
Il risultato musicale tende ad una armonia serena e celestiale, semplicemente per la mancanza di dissonanze
e quindi di passi tormentati.
SI procuri, di cercare di ripetere l’assunto iniziale, quando possibile.

Posso dare maggiori spiegazioni su questa importantissima pratica didattica che vede per maggior divulgatore Francesco Soriano.

Loading more stuff…

Hmm…it looks like things are taking a while to load. Try again?

Loading videos…