1. "L'educazione di una giovane Dea" di e con Michela Silvestrin
    Installazione video on stage: Federica Spampinato
    Elementi scenici: Gioia Danielis
    Regia: Serenella Fonzar Federica Spampinato
    Musica: Vivaldi; Yannik Frank
    in collaborazione con: Compagnia Arearea

    ***

    CONCEPT

    Il punto di partenza è stato un interesse quasi scientifico, antropologico.
    Ho cercato di leggere il corpo come se fosse una mappa geofisica in cui, territorio dopo territorio, c’era qualcosa pronto a essere rivelato. Mi sono abbandonata alle meraviglie di forze telluriche dirompenti che usano i silenzi come inganno per una mente che ha dimenticato la componente selvaggia; e qui la rivelazione: la mano non è più solo uno strumento prensile, ma un elemento dotato di una sua intelligenza, memoria, sensibilità emotiva oltre che tattile, e così il piede, la colonna vertebrale e ogni segmento.
    Il corpo non mente! Se vuoi chiedergli qualcosa te la racconta, ma se vuoi dimenticarla te la urla fino a stordirti, e di cose da raccontare ne ha molte perché non vive una unica traccia temporale del “qui-e-ora”, ma anche del “io-sono-stato” come individuo e come specie.
    Quindi l’ho fatto strisciare, rotolare, contorcersi, gattonare per poi sperimentare la vertigine della verticalità.
    Ma quando il corpo si rivela come corpo femminile, incontra la sua potenza, di chi cioè può riprodurre o meglio generare. Questo istante di autoconoscenza è sacro e inviolabile, fatto di una solitudine mistica in cui l’assenza di un’alterità giudicante scagiona Eva dal peccato originale e le regala l’accesso ad un Paradiso la cui insegna dice “io onoro il mio corpo”; solo in quel momento a iniziazione avvenuta, può dirsi pronta all’Incontro.
    La nostra esistenza è fatta di due storie raccontate contemporaneamente, due copioni sul medesimo palco nel medesimo tempo, due voci in un duo concertante: “io sono”, “io sono stata”.

    L’occhio della performer coincide con l’occhio dello spettatore, inteso in senso del tutto anatomico: questo è permesso grazie al video che diventa un’estensione della scena. Mentre la dimensione primitiva accade, la dimensione inconscia, del ricordo appare come immagine a completezza dell’azione scenica.
    L’elemento presente è ciò che è stato dimenticato, la placenta dal quale un ipotetico giorno è nata questa creatura, fondamentale per richiamare l’attenzione della stessa in un’altra dimensione, in quella dove la donna ricorda chi è stata. A questo proposito vorrei chiudere questa descrizione con una frase di Clarissa Pinkola Estés:

    “Ci siamo lasciate crescere i capelli e li abbiamo usati per nascondere i sentimenti. Ma l’ombra della donna selvaggia ancora si appiatta dentro di noi, nei nostri giorni, nelle nostre notti. Ovunque e sempre, l’ombra che ci trotterella dietro va indubbiamente a quattro zampe”.

    # vimeo.com/120363656 Uploaded 30 Plays 0 Comments
  2. "Corpo Sconfinato" – Performance
    Art Direction:
    Mrs. Michela Silvestrin
    Mrs. Serenella Fonzar
    Event: Giornata Internazionale della Danza
    Year: 2014
    Location: Sala delle Colonne, Comune di Portogruaro (VE)

    Performer:
    Mrs. Michela Silvestrin
    Mrs. Lucia Bagnarol
    Mrs. Elisa Russomando
    Mrs. Silvia Mosconi

    Music: Mr. Albert Marzinotto

    Installation: Mrs. Enne Effe
    Organization: Mrs. Maria Teresa Ret

    # vimeo.com/95454725 Uploaded 38 Plays 0 Comments

PERFORMANCE

OEJ Video Plus

Browse This Channel

Shout Box

Heads up: the shoutbox will be retiring soon. It’s tired of working, and can’t wait to relax. You can still send a message to the channel owner, though!

Channels are a simple, beautiful way to showcase and watch videos. Browse more Channels.