1. # vimeo.com/49520856 Uploaded 101 Plays 0 Comments
  2. 6° giorno
    sesta tappa del cammino da Azofra a Belorado, 38km
    Il cammino ti mette davanti ai bisogni primari fondamentali, come mangiare, bere, lavarsi, la ricerca continua del riparo per la notte, la condivisione del pasto con l’altro che accanto a te passa da straniero ad amico, e visto che il tempo è il tempo”relativo del cammino” ci si può permettere di raccontare cose che in genere ci si permette di raccontare solo alle persone più care. Tutto questo ha una spiegazione, la fatica, il superamento di un limite quotidiano, mai immaginato prima. La soglia del dolore si alza mentre si abbassa la resistenza al contatto. Dunque il contatto risulta piacevole come non mai e ti permetti di osservare l’altro con curiosità, ma non stai a guardare da dove viene, come parla, come si veste, ma cerchi gli occhi, lo sguardo, quel senso di fiducia che serve a condividere il pasto, lo stesso letto, o fare qualche km insieme. Questo diventa una sorta di codice psico-fisico su cui intessere legami di qualche minuto o qualcosa in più.

    Nel cammino qualcosa si perde sempre. Per quanto tu possa essere accorto o attento, devi fare i conti con la perdita di oggetti soprattutto che piano piano perdono il loro valore fondamentale, ma ci sono oggetti che servono e che non puoi permetterti di perdere come lo zaino, le scarpe, la credencial, il telefono e i bastoni....

    Ricordo di Michela, compagna del cammino recentemente vittima innocente di un pirata della strada. Aveva appena 30 anni e tanti sogni da realizzare, come aveva scritto i un suo bigliettino di speranza....
    Ci mancherai.... Buen Camino, Michela!

    # vimeo.com/51878257 Uploaded 85 Plays 0 Comments
  3. 5° giorno

    quinta tappa del cammino da Logroño ad Azofra, 37 km

    Svegliarsi presto la mattina per me non è mai stato facile, ma quando senti che intorno a te qualcuno comincia a muoversi, ad accendere la luce, a rovistare nelle scroscianti buste di plastica, allora capisci che è arrivato il momento di mettere il naso fuori dal lenzuolo, raccogliere le poche cose e provare a partire presto, ancora prima dell’alba.

    L'incontro con il secondo pellegrino contro-corrente, Leon dal Belgio appena tornato da Finisterrae e un po' scontento, ritorna indietro verso Lourdes con una sua idea del cammino più poetica che filosofica....
    Leon dice: "il cielo mi ha chiesto di fare il cammino, la terra mi ha portato verso la meta, e se è vero che il cielo rappresenta il padre e la terra la madre, adesso sento di dover andare a Lourdes a ringraziare la Madre .."
    La musica è stata per me una vera e propria compagna di cammino, presente, discreta, a volte leggera altre volte molto profonda tanto da essere motivo di meditazione, come una preghiera pagana fatta ad alta voce che ha segnato fortemente il mio cammino...

    # vimeo.com/51380693 Uploaded 62 Plays 0 Comments
  4. 4° giorno

    quarta tappa del cammino da Villamayor a Logroño
    40km
    C’è poco da fare il cammino è fatto di fatica e sofferenza e quel giorno cominciavo ad avvertire un nuovo strano fastidio mai avuto prima, la tendinite che mi obbligava ad andare piano la mattina, fare qualche pausa in più ogni tanto, prima di riscaldare i muscoli e continuare.
    Era domenica e come ogni domenica nelle città principali del cammino si festeggia qualcosa e tutta la gente si riversa per le strade con canti tipici polari e religiosi, banchetti apparecchiati con ogni ben di dio e i pellegrini a festeggiare insieme. In queste piccole realtà c’è molto rispetto e affetto per il pellegrini che affollano le vie e i luoghi, cosa che si perde avvicinandosi alla grande città, dove anzi i pellegrini sono visti come i diversi, gente che suda, che puzza, che ha molti bisogni ma che spende poco.
    Ogni tanto però capita di incontrare tra la gente comune delle grandi città degli occhi che scrutano, che chiedono da dove vieni? e quando si fa questa domanda ci si interroga... Vengo dall’Italia o vengo da Roncesvalles... e più si fa lungo il cammino più la risposta è immediata vengo da Roncesvalles, sono partito da lì, provengo da lì.
    Dopo la cura dell’anima, la cura della panza arriva il bisogno di curare i piedi. Ecco la tecnica classica da queste parti, il famoso ago e filo per curare le vesciche inevitabili, lungo il cammino...

    # vimeo.com/50929757 Uploaded 140 Plays 0 Comments
  5. 3° giorno

    ° terza tappa del cammino da Puente la Reina a Villamayor 32km

    Quando il sole cominciava il suo ciclo al mattino l’aria era sempre un pò frizzante, ideale per tenere un buon passo. In più, durante tutta la mezza giornata mi accompagnava l’ombra sempre avanti a me propositiva e stabile ad indicare la direzione, ad indicare l’Ovest ... la strada per Santiago.

    Il cammino Francese passa attraverso 4 regioni, qui siamo nella regione di Navarra. Ogni tappa è scandita da passaggi per chiese, cattedrali, eremi, locande, alberghi, ristoranti, baracchini, ognuno di essi ha un timbro. Qualcuno di questi è prezioso e serve a testimoniare il passaggio per i luoghi del cammino, soprattutto per quelli che decidono di fare solo gli ultimi cento kilometri.

    I santuari che si attraversano in tutte queste regioni del cammino raccontano la storia del cammino e dei santi che lo hanno percorso nei secoli. Come Francesco, San Domenico e San Juan de Ortega che fece costruire una chiesa romanica per accogliere i pellegrini nell’omonima cittadina.

    Lo stile dominante è il romanico che diventa via via più sontuoso con il gotico fino ad esaltarsi nelle grandi città con gotico fiorito delle cattedrali di Burgos e Leon.

    I retabli dorati con statue lignee rinascimentali abbelliscono e a mio parere appesantiscono ogni angolo delle chiese. Sono poche infatti le chiese spoglie o meglio vestite soltanto della struttura della casa di Cristo.

    Esistono luoghi in cui la spiritualità si manifesta con la compartecipazione al pasto comune, in alcuni alberghi ho trovato sale dedicate al pranzo comune autogestito, in altre situazioni le Cocineras in genere donne si preoccupavano di provvedere ad un pasto Buono accompagnato dal vino altrettanto Buono...

    E dopo la preghiera con il vino e la compagnia giusta ci si lasciava andare un pò ... anche se alla fine si arrivava a parlare di cose significative come il senso del cammino... imprescindibile leit motiv di tutte le conversazioni.

    Quella sera avevo fatto tardi e l’unica disponibilità rimasta era una lussuosissima suite con tre posti letto tutta per me... a 22€... che ho condiviso con Letizia e Matteo che altrimenti sarebbero rimasti a dormire in una “scarpiera” ... poco gratificante... direi..!

    Poi visto che c’era tempo e io potevo decidere finalmente quando spegnere la luce si è passati al rito del “vino mancato” con tanto di testimoni e Letizia in questo caso si divertiva a fare la regista... per caso..! !

    # vimeo.com/50421468 Uploaded 85 Plays 0 Comments

Gulvin

Vin Gulvin

This channel is for enjoying and sharing experiences and stories.. first I start with the "camino de Santiago"
Enjoy it!

Browse This Channel

Shout Box

Heads up: the shoutbox will be retiring soon. It’s tired of working, and can’t wait to relax. You can still send a message to the channel owner, though!

Channels are a simple, beautiful way to showcase and watch videos. Browse more Channels.