1. Fame di Terra
    Amy-D Arte Spazio, Via Lovanio 6 -- Milano

    Progetto economART di Amy d Arte Spazio & Laboratorio Alchemico.
    Con..
    Lisa van Bommel
    Valentina De' Mathà
    Alberto Gianfreda
    Emanuele Magri
    Antonio Piga
    Ri Ren
    Daniele Salvalai
    Federico Unia
    Cyryl Zakrzewski

    La piattaforma ideologica economART ci introdurrà al tema della "Permacultura" cultura permanente evoluzione della "Permacoltura"(agricoltura permanente).
    Bill Mollison scriveva: "avevo capito che l'intero sistema agricolo mondiale non era concepito per produrre cibo, ma soldi e che la permacultura era la vera soluzione alla fame nel mondo".
    Cos' hanno in comune "ALAMAR"(la rivoluzione verde cubana), IL MOVIMENTO DELLE PATATE" di Volos (Grecia) e l'italiano GAT (gruppo acquisto terreni) per un' economia solidale e sostenibile?
    La necessità di " tornare alla terra".
    Queste asserzioni, alla luce del famigerato "Land Grabbing" (appropriazione di terreno) come nuova forma di colonialismo, ci inoltra nella tematica al centro del nostro progetto artistico "FAME DI TERRA" di AMY-d Arte Spazio.
    Ha iniziato L'Arabia Saudita con l'acquisto di terreni in Etiopia e locazione di terreni in Zambia e in Tanzania seguita dalla Cina sempre in cerca di risorse alimentari, dall'India che, a parte l'Africa, rastrella in Argentina, Malesia e Madagascar, Corea del Sud e Libia.
    Questo sistema non incide minimamente nello sviluppo dei paesi dove viene praticato, in quanto cinesi e indiani impiegano e usano loro connazionali per il lavoro della terra, arrivando ad usare, come nel caso della Cina, decine di migliaia di carcerati.
    I prodotti coltivati o estratti, vengono immediatamente "assimilati" dai mercati interni cinesi e indiani.
    In Etiopia l'ettaro è valutato dai 3 ai 10 dollari, la Corea ne ha acquistati 2,3 milioni di ettari, Pechino ne possiede 2,1 milioni, l'Arabia Saudita 1,6 milioni, gli Emirati 1,3 milioni.
    Nel nord del Sudan la terra è affittata a 2 / 3 dollari l'anno.
    Questi sono i nuovi imperi in nome dell'agrobusiness; la terra si svende come l'anima grazie alla "soft power " strategia politica per la penetrazione in Africa.
    Esiste ancora in arte la capacità di un pensiero politico sociale?
    Esempi come quello dell'artista Renzo Martens che con il suo lavoro (Episode 3 Enjoy Powerty del 2009) ci ha offerto una traccia da percorrere e un neon per vedere.
    Vedere oltre come l'arte sa fare.
    La selezione ha premiato i lavori di artisti che investigano la tematica in modo sistemico tale da stabilire un dialogo tra le varie opere e il pubblico.
    La ricerca di Emanuele Magri tratta la manipolazione genetica, le installazioni di Valentina De' Mathà, strutture cellulari, la simbiosi tra Uomo-Natura-Mutamento, il murales di Federico Unia rimanda al primate, la scultura di Daniele Salvalai alla dicotomia uomo-predatore. Lisa van Bommel con la sua Tragbare Garden , l'artista polacco Cyryl fa una scommessa intelligente sul futuro della Terra, Antonio Piga ci svela la dimensione famelica della nuova colonizzazione, Alberto Gianfreda riflette sul lavoro e territorio mentre la cinese Ren Ri assolutamente coerente con la sua identità etnica parla della operosità nazionale, con un'alta e invalicabile muraglia .....quella dei confini geografici.
    Gli artisti partecipanti diventano così veri guerrieri urbani con le loro piccole --grandi rivoluzioni creative, veicolo della più complessa "rivoluzione economico/sociale " che stiamo vivendo.
    L'estetica e la scelta dei materiali per "Fame di terra" di Amy - d Arte Spazio sono finalizzate ad aumentare l'esperienza emotiva umana legata alla terra in quanto luogo di riflessione non solo produttivo : vero Hortus conclusus.

    Vandana Shiva ai giovani italiani: "occupate le terre, così come occupate le piazze".

    # vimeo.com/54441422 Uploaded 85 Plays 0 Comments
  2. Io c'ero كنت هناك. Alì Nassereddine

    A cura di Anna d'Ambrosio
    Amy-d Arte Spazio, via Lovanio 6, Milano
    1 | 9 ottobre 2011
    Inaugurazione 1 ottobre | ore 18:30
    Lunedì-venerdì 09:00-12:00 e 14:30-19:00 | sabato e domenica su appuntamento

    Collaborazioni:
    Press Vittorio Schieroni
    Testo critico Nila Shabnam Bonetti, Francesco Gallo
    Relazioni esterne Nila Shabnam Bonetti
    Video Giovanni Freri
    Scenografia Kubo Effetti Speciali
    Allestimenti Bonsai Piccin

    musica Gassan Rahbani

    Video a cura di Giovanni Freri

    # vimeo.com/30032384 Uploaded 211 Plays 0 Comments
  3. A FEW STEPS FROM HERE

    Falk Topfer

    dal 29 Settembre al 4 Novembre 2011
    Movimento arte contemporanea, Corso Magenta 96, Milano.
    http://www.movimentoarte.it

    presentation by Nicoletta Mezzanotte von Buttlar

    Video Report dalla mostra.

    musica King Crimson

    Video a cura di Giovanni Freri

    # vimeo.com/30085976 Uploaded 35 Plays 0 Comments
  4. SPAZI
    mostra personale di Riccardo Pirovano.
    MAC - Miradoli Arte Contemporanea
    Alzaia Naviglio Grande 54, Milano
    Febbraio 2009

    musiche
    Ernst Krenek
    Sergej Prokofiev
    Luigi Dalla Piccola

    video a cura di Giovanni Freri

    # vimeo.com/30539420 Uploaded 16 Plays 0 Comments
  5. Breve video sull'arte e l'opera di Mirko Nikolic.

    progress-dynamics

    x,y,z,t

    musiche di
    Debussy, Poulenc, Shostakovic

    # vimeo.com/29118367 Uploaded 36 Plays 0 Comments

Arte in Video

Giovanni Freri

Video for the Arts.

Browse This Channel

Shout Box

Heads up: the shoutbox will be retiring soon. It’s tired of working, and can’t wait to relax. You can still send a message to the channel owner, though!

Channels are a simple, beautiful way to showcase and watch videos. Browse more Channels.