1. Teheran, Iran, 20 giugno 2009. Neda Soltani, 26 anni, è uccisa da un miliziano Basij durante le proteste di piazza contro i brogli elettorali. Che riconfermano presidente Mahmud Ahmadinejad.

    Arash Hejazi è l'uomo in jeans e camicia bianca che vedete in questo video. Medico, scrittore ed editore, tentava, inutilmente, di rianimare Neda dopo lo sparo.
    Ma Hejazi è soprattutto colui che ha avuto il coraggio di diffondere online le immagini della tragedia, mostrando al mondo il volto più cruento del regime iraniano.
    Si è rifugiato in Gran Bretagna: in Iran è ricercato come un criminale. Lo incontriamo a Londra in occasione dell'uscita del suo libro "Negli occhi della gazzella" (edizioni Piemme).
    Un'autobiografia che è anche storia del suo Paese e di un'intera generazione. E in cui lo sguardo di Neda morente è inizio e fine.

    # vimeo.com/31545572 Uploaded 102 Plays 0 Comments
  2. LE RAGAZZE DI YEOVILLE
    Johannesburg, Sudafrica
    Terminato il regime dell'apartheid, i bianchi hanno abbandonato molte aree della città, tra cui il sobborgo di Yeoville, a sudest. Oggi questo quartiere è diventato il più cosmopolita della metropoli, un concentrato di tutti i mali d'Africa: Yeoville è il capolinea di immigrati e profughi che arrivano da ogni parte del continente.
    Gli abitanti censiti sono 40 mila; quelli realmente presenti, almeno il doppio.
    Per nessuno è facile vivere a Yeoville. Per una ragazza, può essere l'inferno.

    di Emanuela Zuccalà
    musiche di Kevin MacLeod
    grazie a Ecpat Italia, Mais Africa e Mais Onlus
    un grazie speciale a Loredana Rabellino e Marco Lachi

    GIRLS FROM YEOVILLE
    Johannesburg, South Africa
    As soon as the apartheid regime had ended, white people left many areas of the town, including south-eastern Yeoville suburb. Today, this neighbourhood has become the most cosmopolitan in the city, concentrating any Africa's evil: Yeoville is now the final terminal of immigrants and refugees from all over the continent.
    According to official statistics, 40 thousand people live here. But the real number is at least doubled.
    Life here is not easy. For a girl, it could be hell.

    by Emanuela Zuccalà
    music by Kevin MacLeod
    thanks to Ecpat Italia, Mais Africa and Mais Onlus
    special thanks to Loredana Rabellino and Marco Lachi

    # vimeo.com/31172645 Uploaded 60 Plays 2 Comments
  3. # vimeo.com/79763520 Uploaded 323 Plays 0 Comments
  4. Emanuela Zuccalà: interviste, montaggio
    Simona Ghizzoni: foto
    Musiche in Creative Commons

    Ogni anno, 400mila persone partono via terra dal Centro America per tentare di emigrare negli Stati Uniti. La maggior parte proviene da Honduras ed El Salvador, i Paesi con il più alto tasso di omicidi al mondo.
    Il passaggio obbligato in Messico si rivela per loro un inferno, fra cartelli criminali e autorità corrotte. E le donne, in questo transito migratorio verso nord, sono le più vulnerabili.

    Interviste a:
    - Leticia Gutierrez Valderrama, direttrice della Missione scalabriniana per i migranti e i rifugiati
    - Andrea Gonzalez, sociologa, fondatrice del collettivo Ustedes Somos Nosotros
    - Martha Sanchez, Movimento migranti mesoamericani
    - Leonila Romero, Missione scalabriniana per i migranti e i rifugiati
    - Gabriela Hernandez, direttrice di Casa Tochan
    - Norma Romero, fondatrice di Las Patronas

    Grazie a Soleterre - Strategie di pace (soleterre.org)

    Uploaded 3 Plays 0 Comments

Emanuela Zuccalà

Emanuela Zuccala

Browse This Channel

Shout Box

Heads up: the shoutbox will be retiring soon. It’s tired of working, and can’t wait to relax. You can still send a message to the channel owner, though!

Channels are a simple, beautiful way to showcase and watch videos. Browse more Channels.