1. Trailer “Italiani per scelta” (Sette storie istriane)
    trasmesso su RAITRE
    in collaborazione con
    LaDamaSognatrice Produzioni Audiovisive in HD

    Regia Nevio Casadio
    Produzione esecutiva LaDamaSognatrice produzioni audiovisive in HD
    in collaborazione con RAI – RADIOTELEVISIONE ITALIANA – RAITRE
    Direttore di produzione Chiara Roncagli
    Direttore della fotografia Fabrizio Fantini
    Montaggio Nevio Casadio Luciano Attinà Fabrizio Fantini
    Assistenti operatore Giulia Sacchetti Luciano Attinà
    Assistente di produzione Ileana Maria Culmone
    Assistente di edizione Andrea Travertino Grande
    Hanno partecipato
    (in ordine alfabetico)
    Luciano Biasiol Marisa Brugna Toni BrunaFulvia Cervai Ferruccio ConteTiziana Dabović Silvio Delbello Mario Fragiacomo Gianfranco Franchi Mario Grego Romilda Grünberger Simonetta LauriDario ManniLaura Marchig Marino Micich Elisa Russo Riccardo Donatella Schürzel Stelio Spadaro Agnese Superina Diego Zandel Maria Zuccon

    Tra il 1944 e la fine degli anni Cinquanta gran parte degli italiani residenti a Fiume, Istria e Dalmazia, abbandonò la casa, il lavoro e gli affetti. Secondo le stime più attendibili, un numero oscillante tra 300.000 e 350.000 unità. Donne, uomini, vecchi e bambini costretti all'esilio, spinti dalla perdita delle proprie terre, cedute alla Jugoslavia di Tito che aveva appena vinto la guerra di liberazione contro il nazi-fascismo. Un esodo drammatico, indotto in prima persona dal medesimo Tito che, a partire dal 1945, aveva inviato in Istria diversi agenti allo scopo di indurre gli italiani ad andar via, adottando la stessa arma di chi aveva sconfitto: l'arma del terrore. Prima e durante questo esodo, altre migliaia di italiani furono uccisi: i loro corpi scaraventati nelle foibe o annegati nel mare davanti a Zara. Un intreccio di vendette, giustizialismi sommari e rivalse sociali. Un'autentica pulizia etnica per sradicare la presenza italiana da quella che era, e cessò di essere, la Venezia Giulia.
    Il reportage si snoda tra i luoghi dell'esodo. Tra chi restò in Istria, dov'era nato italiano e tra chi partì, per restare italiano. Il viaggio inizia a Fertilia, in Sardegna, dove approdarono in tanti: figli della diaspora. Da Fertilia, il viaggio prosegue nel Quartiere Giuliano Dalmata, in Roma. Oggi, gli esuli e i figli degli esuli, hanno mantenuto le tradizioni della terra dei padri. A Fiume, oggi nella Repubblica Democratica di Croazia, sono le donne a raccontare la loro vita di figlie di italiani fiumani, che avevano deciso di restare e vivere nella propria città, passata sotto il regime jugoslavo di Tito. I figli e nipoti degli esuli incontrati a Fertilia, o a Roma nel Quartiere Giuliano Dalmata, sono orgogliosi della decisione presa un tempo dalla famiglia di origine, di avere intrapreso la strada dell'esodo all'insegna della libertà e dell'amor di patria.
    A Zucconi, divenuta Cokuni, un borgo istriano di tre case sparse, tra Marzana e Dignano, abita e vive da sempre Maria Zuccon, oggi un'anziana signora. Nella stessa casa, nacque la madre di Sergio Marchionne dove lo stesso piccolo Sergio ha trascorso parte della sua infanzia. Il viaggio tra gli esuli italiani in Italia e i restati nell'Istria, in Dalmazia e a Fiume, ieri terre italiane, oggi slovene e croate, approda a Basovizza. Il paese, accanto a Trieste, conserva una delle diverse foibe in cui furono sterminati, scaraventati vivi nelle cavità carsiche, migliaia di italiani, colpevoli di essere italiani.
    Non dimenticherà mai più uno dei testimoni allora bambino: "Sì, sì lo ricordo: 1946, avevo 8 anni. Una manifestazione in piazza, sulle finestre della prefettura, due miei cugini legati con il ferro spinato, processati davanti a tutti, davanti al popolo di Dignano, perché italiani, infoibati la sera stessa. Quei due miei cugini, infoibati perché italiani e sono stati infoibati davanti alla loro madre. Io in prima fila... Mi ricordo che venne mia madre, per non farmi assistere a certe cose... a certi insulti anche, gli sputavano in faccia, mi prese e mi diede un calcio sul sedere: - vai a casa, che non sono cose che tu possa vedere-".
    Il viaggio tra chi "esulò" e chi "restò", i loro figli e nipoti, termina a Trieste. Terra di confine, da sempre crogiolo di etnie e religioni diverse, è oggi un crocevia di pace.
    Nel 2010, in piazza Unità d'Italia, il Maestro Riccardo Muti diresse il concerto dell'Amicizia, alla presenza dei capi di Stato, d'Italia, Slovenia e Croazia. Nella piazza, la folla ascoltò gli Inni dei tre Paesi, riuniti nei segni di riconciliazione e di pace.

    # vimeo.com/84381457 Uploaded 1,941 Plays 1 Comment
  2. We caught up with Maddo right before his New Year's Eve jump to talk about the big event and what it means to be the newest member of the Skullcandy Team.

    http://www.skullcandy.com
    http://www.facebook.com/skullcandy

    # vimeo.com/34311250 Uploaded 10.3K Plays 1 Comment
  3. trailer del documentario Beyond Islam's Doors [Oltre le Porte dell'Islam] di Fabrizio Fantini
    #oltreleportedellislam
    #beyondislamsdoors
    http://beyondislamsdoors.wordpress.com
    Autori Fausto Amelii Chiara Roncagli Fabrizio Fantini
    Trailer del documentario dal titolo “Beyond Islam's Doors (Oltre le Porte dell'Islam)”
    Un'indagine fenomenologica sull'Islam in Emilia Romagna, che intende dar voce al sentimento religioso vissuto dai cittadini musulmani di Bologna e Ravenna, città multi-religiose caratterizzate da un intenso dialogo interculturale. Bologna, che nel 2004 ha visto sfumare la proposta della costruzione di un unico luogo di culto capoluogo della Regione che nella provincia di Ravenna nel 2013 inaugurerà la terza Moschea più grande d'Italia. I fedeli che animano i centri di cultura islamica ci apriranno le “porte” delle proprie case e dei numerosi luoghi di culto distribuiti sul emiliano-romagnolo: attraverso il “linguaggio delle azioni” si potrà osservare la loro rappresentazione della realtà dei riti, delle tradizioni, delle abitudini quotidiane.

    http://facebook.com/BeyondIslamsDoors
    UNA PRODUZIONE
    LaDamaSognatrice produzioni audiovisive in HD

    DISTRIBUZIONE
    SAMARCANDAFILM
    http://www.samarcandafilm.com/it/documentari/77-oltre-le-porte-dell-islam.html

    # vimeo.com/90037131 Uploaded 945 Plays 0 Comments
  4. Tra anarchia e novecento europeo la storia di un uomo che dava del tu al mondo.

    # vimeo.com/41076168 Uploaded 1,665 Plays 2 Comments
  5. Un documentario che ha bisogno di voi!
    Dal 22 aprile, potete sostenere il nostro progetto su Ulule: http://it.ulule.com/5fumettisti5
    da un'idea di Gabriele Orsini
    riprese: Enrico Gambaccini, Alessandro Ambroggi, Amparo Vargas Medina
    montaggio: Gabriele Dente
    Music Produced by MOKA
    Scott Flynn - Trombones.
    Joel E. Mateo - Percussions.
    Marzio Fulfaro - Mixing & Editing, Engeneer, Arrangement
    Francesco Marcocci - Hohner Basset 2, Composition, Arrangement.
    -----
    Un documentaire qui a besoin de vous !
    Soutenez-nous sur Ulule: http://fr.ulule.com/5fumettisti5
    une idée de Gabriele Orsini
    camera: Enrico Gambaccini, Alessandro Ambroggi, Amparo Vargas Medina
    montage: Gabriele Dente
    Music Produced by MOKA
    Scott Flynn - Trombones.
    Joel E. Mateo - Percussions.
    Marzio Fulfaro - Mixing & Editing, Engeneer, Arrangement.
    Francesco Marcocci - Hohner Basset 2, Composition, Arrangement

    # vimeo.com/91915692 Uploaded 522 Plays 0 Comments

LaDamaSognatrice channel

fantinifabrizio.com

LaDamaSognatrice's stuff

Browse This Channel

Shout Box

Heads up: the shoutbox will be retiring soon. It’s tired of working, and can’t wait to relax. You can still send a message to the channel owner, though!

Channels are a simple, beautiful way to showcase and watch videos. Browse more Channels.