La nutria è sorprendete. Io l'adoro. Se si conoscesse la sua storia meglio la rispetteremmo di più.
C'é un posto vicino alla mia citta' Treviso nel quale questo simpatico “castorino”, in forma ridotta (ad alcuni appare più come un “ratto gigante”), si può osservare.

Non è molto che si è insediata qui' tra i comuni di silea e Casier in provincia di treviso.
Ora io sono qua ad ossevarla. Questo E' un luogo che conosco assai bene perché fin da piccolo ci venivo.
La Storia della Nutria è in qualche modo la storia e la metafora del nordest. O più precisamente di quel nordest che a me piacerebbe ci fosse e che molto in fondo, quasi nascosto c'e'. Il mio nordest ed in particolare la mia Treviso molto lontana dal veneto leghista che ora spopola politicamente. E' la Treviso del mio nonno Veneto che lavorava come caporeparto all'Appiani; oppure la Treviso di Gino Done' Paro' l'unico europeo ed anche trevigiano ad aver combatutto insieme a fidel e Guevara per lotta della riberazione di Cuba, oppure la Treviso di molti miei amici che hanno deciso di abbandonare momentaneamente treviso o per motivi lavorativi ma a volte anche per cercare un'apertura mentale che la mia citta' pare abbia perso da qualche anno..La nutria è un'animale extracomunitario. L'area le originaria della specie va dal Brasile, Bolivia e Paraguay fino ad Argentina e Cile. Venne sdraticata dal suo territorio per lo sfruttamento commerciale della sua pelliccia (detta "pelliccia di castorino"), la nutria si è naturalizzata in diversi paesi del Nord America, Asia, Africa ed Europa.
A causa del fallimento degli allevamenti per la produzione della pelliccia di castorino, moltissimi individui sono stati liberati intenzionalmente, per evitare i costi di abbattimento e smaltimento delle carcasse. Da queste immissioni volontarie, unite alle fughe accidentali, si è originata una numerosa popolazione di nutrie che ben si è adattata agli ambienti umidi europei.
Predilige vivere lungo i corsi dei fiumi.
Io voglio proteggere la nutria. La voglio proteggere da chi sostiene erroneamente che rovina gli argini (cosa non esatta). Sono degli esseri estramemente sociali, con un musetto assolutamente simpatico.
La nutria è un animale prettamente erbivoro: la sua dieta si basa prevalentemente su alghe e piante acquatiche.
Insomma la Nutria è una creatura extracomunitaria, che nonostante la violenza subita è riuscita a sopravvivere e ad integrarsi.
Ma la cosa più soprendente, la cosa che non mi ha fatto dormire una notte di Tre anni fa (la prima volta che avvistai questo stupenda “creatura”) è stata che è riuscita ad arrivare a Treviso, nel regno della Lega Nord.
Quando ho fatto il mio video “blob trevigiano” il ragazzo che si vede all'inizio del video col capellino bianco (è un amico dell'Etiopia) mi disse a telecamera spenta: “sai Antonio io vivo a Treviso da tre anni, lavoro in una fabbrica di marmo ogni giorno, sono un onesto cittadino e pago le tasse, ma per me è come se fosse sempre il primo giorno”.
Ecco, la Nutria la amo per questo. E' un inizio. La metafora della nutria è quella dell'integrazione.
Quando riusciremo a far integrare anche gli “umani” e non solo con il lavoro, il lavoro è fondamentale ma non è tutto. Quando non ci saranno più politici che dicono frasi folli come: “vestiamo gli extracomunitari da leprotti ed apiamo la stagione della caccia”; quando qualcuno non vorrà piu' dividere l'italia e rispettare i morti delle due guerre mondiali di tutte le regioni d'Italia che sono morte per la Nazione Italia. Quel giorno il nordest sarà diverso.
Probabilmente, per motivi di lavoro dovrò andarmene via dall'Italia. Non c'è lavoro e mi sono assolutamente seccato di andare avanti con lavori precari fatti di contratti a progetto. Ecco in quell'altrove dove andrò vorrei integrarmi come la nutria, ed avere l'aria serena e felice come la nutria...anche se non saro' più nella mia terra. Vorrei trovare, quell'accoglienza che fortunatamente i miei parenti veneti trovarono quando all'inizio del novecento migrarono in Argentina (all'epoca il granaio del mondo). Per questo amo la Nutria. Per questo viva la Nutria e viva l'Italia.
LA PADANIA NON ESISTE!

SCRITTO, PRODOTTO E MONTATO DA ANTONIO BRAIDO

RIPRESE: ANTONIO BRAIDO, ELENA LEONE

UN RINGRAZIAMENTO PARTICOLARE PER L'AIUTO NELLE RIPRESE ALLA MIA AMICA ELENA LEONE

REGIA: ANTONIO BRAIDO

QUESTO VIDEO E' DEDICATO A TUTTI GLI ITALIANI
CADUTI NELLA GRANDE GUERRA E ANCHE AL MIO PROZIO CHE COMBATTE' LA PRIMA GUERRA MONDIALE.

TUTTO IL VIDEO E' REALIZZATO CON ATTREZZATURA AMATORIALE

Uploaded

Follow

Infonordest

infonordest

Shout Box

Heads up: the shoutbox will be retiring soon. It’s tired of working, and can’t wait to relax. You can still send a message to the channel owner, though!

Browse This Channel

Channels are a simple, beautiful way to showcase and watch videos. Browse more Channels.