1. Il Ravello Festival ha invitato per la prima volta in Italia una cantautrice dalle sonorità africane e uno charme tutto francese: Mariama che, con voce e chitarra, ha condotto il pubblico in un viaggio musicale intorno al mondo sulle tracce delle sue origini. Il concerto, tenuto negli affascinanti spazi dei Giardini del Comune (venerdì 28 agosto) ha registrato uno straordinario successo di pubblico, rimasto estasiato dal calore della voce di Mariama e dal virtuosismo di Abdoulaye Kouyaté. Dopo aver esordito nel 2012 con l’album “The Easy Way Out”, Mariama ha presentato al Ravello Festival il suo nuovo disco “Moments Like These”, un lavoro suggestivo e autentico nel quale la cantautrice punta al cuore della musica con naturalezza e delicatezza, senza nascondersi dietro ad effetti speciali. In questo nuovo progetto discografico, Mariama ha messo da parte tastiere e percussioni e si è avvalsa unicamente proprio del prezioso contributo di Abdoulaye Kouyaté, figlio dello storico collaboratore di Miriam Makeba, incredibilmente abile alla chitarra ed alla leggendaria kora. Durante il concerto anche una struggente interpretazione di Redemption song che ha strappato applausi e qualche lacrima.

    # vimeo.com/138137720 Uploaded 307 Plays 0 Comments
  2. Sold out per la star del jazz tutta italiana: Stefano Bollani. Nel suo ritorno sul palco del Ravello Festival (sabato 8 agosto), Bollani ha condotto il pubblico della Città della Musica nel profondo di una musica piena di sentimento e, al contempo, coinvolgente e divertente: come ogni suo spettacolo, anche quello di Ravello è stato un puzzle di musica e simpatia, che si sono fuse ad ogni nota.
    Le tappe di questo insolito viaggio sono state diverse e hanno spaziato dal Brasile al repertorio italiano degli anni ’40 passando per un simpatico omaggio a Pino Daniele. Una serata con un’atmosfera nuova anche per i fan più appassionati che non hanno potuto non applaudire il one man show che si è concluso, come oramai di consueto per Bollani, con le richieste provenienti dalla platea miscelate dal suo talento e dalla sua maestria. Applausi e standing ovation.

    # vimeo.com/138137706 Uploaded 231 Plays 0 Comments
  3. Giovedì (27 agosto), il Ravello Festival ha avuto il piacere e l’onore di ospitare nuovamente la prestigiosa European Union Youth Orchestra, diretta da Gianandrea Noseda, già protagonista nel 2014 del Concerto Wagneriano a Ravello e nominato Conductor of the Year, di recente, negli USA. Il programma proposto da Noseda è partito da una selezione di arie verdiane legate a spunti teatrali particolarmente significativi per poi puntare su uno dei capolavori assoluti del sinfonismo del Novecento, la Quinta di Mahler, il cui “Adagietto” Visconti immortalò nel film “Morte a Venezia”. Soprano solista la brava Erika Grimaldi. La EUYO è una formazione di giovani eccezionali talenti selezionati nei 28 Paesi Membri dell’Unione Europea che lo stesso Noseda ha definito “una grande orchestra fatta di giovani”. (nelle immagini intervista al maestro)

    # vimeo.com/137983897 Uploaded 418 Plays 0 Comments
  4. Mercoledì (26 agosto) al Ravello Festival è stata la volta del concerto “Harmoniemusik – Un viaggio tra le corti europee sulle orme di Mozart”. L’Aternum Ensemble ha ripercorso, con un itinerario ideale, la storia e l’influenza culturale delle Corti Europee a cavallo tra il XVII e XVIII secolo, attraverso l’esecuzione, per ensemble di fiati, di alcune delle più belle musiche teatrali di Wolfgang Amadeus Mozart. A comporre questo importante sestetto di fiati, Stefano Bellante e Alfonso Giancaterina ai clarinetti, Carlo Torlontano e Alessandro Monticelli ai corni, Alfonso Patriarca e Giuseppe Reggimenti ai fagotti.

    # vimeo.com/137983840 Uploaded 294 Plays 0 Comments
  5. Nell’ultima settimana di agosto il Ravello Festival 2015 ha fatto rivivere alcuni dei più grandi compositori che hanno fatto la storia della musica classica, con una serie di concerti dedicati alle musiche di Beethoven, Mozart, Verdi e Mahler. Il primo dei concerti è andato in scena martedì (25 agosto) sul Belvedere di Villa Rufolo e ha visto come protagonisti i celebri Berliner Symphoniker, annoverati tra le migliori orchestre del panorama europeo, diretti per l’occasione da Maurizio Billi sulle musiche di Ludwig van Beethoven. Al pianoforte il giovane e talentuoso americano Andrew Pae. Dopo l’Overture da “Egmont”, Andrew Pae e i Berliner Symphoniker hanno eseguito il Concerto per pianoforte e orchestra No. 5, Op. 73. “Imperatore". Il programma si è chiuso con la celebre Sinfonia No. 3 in Mi bemolle Maggiore, Op. 55. "Eroica". Applausi e standing ovation finale per l’ensemble affermatosi negli anni come una delle formazioni più importanti di Germania.

    # vimeo.com/137970096 Uploaded 398 Plays 0 Comments

Ravello Festival 2015

Ravello Festival Plus

Browse This Channel

Shout Box

Heads up: the shoutbox will be retiring soon. It’s tired of working, and can’t wait to relax. You can still send a message to the channel owner, though!

Channels are a simple, beautiful way to showcase and watch videos. Browse more Channels.