1. Da Venezia Inizia il viaggio di Perdipiave 2013. Lele e Checco partono per la loro avventura a piedi dal centro storico della città lagunare, dove un tempo giungevano gli “zattieri del Piave” con il loro carico di merci e legname.
    Tra calli e campielli, affreschi di Tiziano e Cima da Conegliano, bacari e tramezzini, antichi squeri e palestre “storiche”, Perdipiave muove i primi passi nella laguna più famosa del mondo.

    # vimeo.com/81588537 Uploaded 159 Plays 0 Comments
  2. La seconda parte della prima puntata del viaggio di Perdipiave.
    Dopo la notte alla Locanda Cipriani nell’isola di Torcello, Lele e Checco ripartono per raggiungere la terraferma a Lio Piccolo.
    Da qui, pedalando tra le valli con le loro bici Graziella, raggiungono il porticciolo tra Cavallino e Jesolo dove trovano ad aspettarli il pescatore – nonché traghettatore ufficiale di Perdipiave – Moreno Ongaro con la sua barca per una splendida navigazione lungo il corso della Piave Vecchia.
    Sbarcati in località Caposile - dopo un’intervista al naturalista Michele Zanetti che ci racconta le peculiarità di questo tratto del fiume – i due pellegrini del Piave vanno alla scoperta, in bicicletta, della zona chiamata “I Salsi” con l’antica Torre del Caigo e il pernottamento nella Country House Salomé.

    # vimeo.com/81625146 Uploaded 112 Plays 0 Comments
  3. La prima parte della seconda puntata del viaggio di Perdipiave.
    Da Musile di Piave i nostri camminatori raggiungono la città di San Donà, dove assieme ad alcuni amici riscoprono un vecchio drink di queste zone: il Tambroni.
    Spazio anche allo sport del Piave per antonomasia, il rugby. Ecco allora che Lele e Checco intervistano alcuni campioni del Rugby San Donà e il giovane pilone sandonatese della Nazionale, Alberto De Marchi.
    Dopo aver conosciuto gli organizzatori del Festival Piave Blues, i nostri protagonisti vengono sorpresi a Fossalta da una forte tempesta estiva durante l’incontro con i moderni “Caimani del Piave”, esperti nuotatori che attraversano il fiume incuranti delle condizioni meteorologiche.
    Ma Fossalta di Piave significa naturalmente anche Ernest Hemingway, che qui fu ferito da una granata nella Prima Guerra Mondiale.
    Giunti quindi in località Zenson di Piave, andiamo alla scoperta di un antico vitigno autoctono: il Grapariol che oggi sta tornando in auge grazie all’impegno di un’azienda locale.
    Come si faceva fino ai primi del Novecento, Lele e Checco attraversano il passo barca che collega Zenson a Romanziol, dove il loro arrivo viene festeggiato da un autentico comitato di accoglienza e dalla musica live dei Weatherock.
    Questa parte del viaggio si conclude verso Ponte di Piave, dove è inevitabile soffermarsi alla “casa delle fate” un tempo abitato dal grande scrittore veneto Goffredo Parise.
    Buona visione!

    # vimeo.com/81740369 Uploaded 143 Plays 0 Comments
  4. La seconda parte della seconda puntata del viaggio di Perdipiave.
    Lele e Checco raggiungono Ponte di Piave dove all’antica osteria Torre Morosini si fermano a ricordare lo scrittore Goffredo Parise, in compagnia dell’esperto Claudio Rorato.
    Ripartiti in direzione Ormelle, i nostri “pellegrini” scoprono la splendida Chiesa dei Templari nella piccola frazione di Tempio, un capolavoro dell’antichità bagnato dal fiume Lia.
    Percorsi pochi chilometri è il momento di degustare il vino per antonomasia del Piave, il Raboso, nell’accogliente azienda Casa Roma a San Polo di Piave.
    Inebriati dal nettare rosso, Lele e Checco visitano poi la vicina Chiesa di San Giorgio in cui ammirano l’affresco dell’Ultima Cena di Cristo con la raffigurazione a tavola dei gamberi di fiume e (così si pensa) proprio del raboso prodotto in queste zone.
    Salutati gli amici di San Polo, il viaggio continua nel suggestivo Borgo Malanotte, un piccolissimo centro vicino Tezze di Vazzola in cui si respira ancora l’atmosfera del passato e in cui oggi si tengono importanti eventi culturali.
    Verso sera l’arrivo a Salettuol dove veniamo accolti dall’amico Marco dell’agriturismo “I Carrettieri del Piave”.
    Buona visione!

    # vimeo.com/82025843 Uploaded 84 Plays 0 Comments
  5. La prima parte della terza puntata del viaggio di Perdipiave.
    Da Salettuol i nostri due camminatori passano il ponte romano e arrivano in località Sant’Anna dove sostano ai piedi dell’antica chiesa.
    Poi visitano le splendide Fontane Bianche a Falzè, un’oasi naturalistica gestita dal gruppo Legambiente di Sernaglia della Battaglia.
    In compagnia di Corrado Callegaro, Lele e Checco esplorano le splendide colline del Montello, tra grotte, anfratti e i bunker della Grande Guerra.
    Dopo aver visitato l’abbazia di Sant’Eustachio e il monumento in memoria dell’eroe dei cieli Francesco Baracca a Nervesa della Battaglia, i due pellegrini si fermano all’agriturismo Antico Olivo.
    Buona visione!

    # vimeo.com/82404408 Uploaded 82 Plays 0 Comments

Perdipiave

Phil Fresh Plus

Perdipiave è un’avventura a piedi, “controcorrente”, lungo il percorso del fiume Piave, all’insegna della scoperta di luoghi e storie che godono di minore notorietà rispetto alle classiche rotte turistiche del Veneto.
PERDIPIAVE is an "upstream" walking…


+ More

Perdipiave è un’avventura a piedi, “controcorrente”, lungo il percorso del fiume Piave, all’insegna della scoperta di luoghi e storie che godono di minore notorietà rispetto alle classiche rotte turistiche del Veneto.
PERDIPIAVE is an "upstream" walking adventure along the path of the river Piave, which aims at the discovery of places and stories that are less famous than the traditional touristic routes of Veneto.

Dalla pianura dolce di Goffredo Parise ed Ernest Hemingway, attraverso le colline di Andrea Zanzotto e Giovanni Comisso, alle montagne di Dino Buzzati, Perdipiave si pone l’obiettivo di accendere una luce sui temi del turismo sostenibile, sulle nuove mobilità del futuro, anche come fattori culturali.
From the sweet plain of Goffredo Parise and Ernest Hemingway, through the hills of Andrea Zanzotto and Giovanni Comisso, up to the mountains of Dino Buzzati, Perdipiave aims to shine a light on topics such as sustainable tourism and new mobility of the future, even as cultural factors.
perdipiave.com

Browse This Channel

Shout Box

  • Phil Fresh

    Perdipiave is an "upstream" walking adventure from Venice to the Dolomites along the path of the river Piave. A journey which aims at the discovery of places and stories that are less famous than the traditional touristic routes of Veneto (Italy).

    by Phil Fresh

Heads up: the shoutbox will be retiring soon. It’s tired of working, and can’t wait to relax. You can still send a message to the channel owner, though!

Channels are a simple, beautiful way to showcase and watch videos. Browse more Channels.