Ecoartproject contemporary contests

Your membership in this group is pending until moderator approval

Ecoartproject contemporary contests

EcoArt Project Created by EcoArt Project

ECOVISIONI
di Gianluca Marziani

Finalmente una libera iniziativa generazionale che affronta il tema ecologista in maniera netta ma non scontata. Il progetto ideato da Pino Fortunato, centrato nella sua crescente viralità comunicativa, nasce come radar biologico per indagare un preciso aspetto etico dell’arte contemporanea. L’argomento è chiaro sin dal titolo, così come le tematiche del concorso non lasciano scampo a confusioni generiche. I vari Partner, le modalità comunicative e l’approccio organizzativo sosterranno, infine, la formula non comune del nostro progetto, garantendo al network


+ More

ECOVISIONI
di Gianluca Marziani

Finalmente una libera iniziativa generazionale che affronta il tema ecologista in maniera netta ma non scontata. Il progetto ideato da Pino Fortunato, centrato nella sua crescente viralità comunicativa, nasce come radar biologico per indagare un preciso aspetto etico dell’arte contemporanea. L’argomento è chiaro sin dal titolo, così come le tematiche del concorso non lasciano scampo a confusioni generiche. I vari Partner, le modalità comunicative e l’approccio organizzativo sosterranno, infine, la formula non comune del nostro progetto, garantendo al network vero dinamismo e seria qualità propulsiva.

Adesso, però, fermiamo lo sguardo sul tema ecologista, coscienti che le nostre indicazioni da bando siano il frutto di una lunga e ponderata analisi dell’arte come sistema complesso, stimolante ma talvolta confuso nei suoi modelli generici. Vediamo spesso opere che toccano temi ambientali, viaggi visivi tra flora e fauna in difficoltà, avventure creative che colpiscono il nostro occhio ma che necessitano di nuovi approcci nel giudizio morale. Bisogna imparare a distinguere tra opere che sfiorano i temi ambientali e opere che quei temi li toccano e vivono a stretto contatto, sia estetico che concettuale. Il nostro concorso vorrebbe muoversi sullo spartiacque che determina questa differenza sottile ma determinante, focalizzando le molteplici operazioni che amplificano la coscienza e dimostrano una sana gestione dell’edificio formale.

Ci interessa la differenza linguistica, l’incoerenza sanata, la bellezza meno “bella” del solito, l’impatto duro, il collasso tematico, il dramma asciutto, la tensione percepibile… Ci interessa la calma dopo la tempesta, la morbidezza sensata e sensoriale, l’azzurro come altezza e profondità… Ci interessa tutta l’arte che dimostra affinità tematica e approcci senza formalismi, a conferma che un concorso anomalo rappresenta una piattaforma dialettica dalle continue risoluzioni esterne.

ECOVISIONS
by Gianluca Marziani

At last, a lucid, generational initiative that deals with the environment in a decisive manner, without being overtly obvious. Focusing on growing networking opportunities, Pino Fortunato created this project envisaging how to get to the root of the ethic facet of contemporary art. The subject is clear from the title, as are the contest themes. True dynamics and propulsive, professional qualities are guaranteed in our non-conventional project, thanks to the various partners, the communicative modalities and the well-organized approach.

Now, however, let's glance towards the ecological theme, well aware that this contest is the result of an arduous, time-consuming analysis of art as a complex system, inspired but often confused by how it is presented to the viewer. We do occasionally come across artwork that touches on environmental themes - visual journeys amidst deteriorating flora & fauna and creative adventures that catch our eye - but we feel that a new approach is needed in their moral judgement.

One must learn how to distinguish between artwork that merely skims over environmental themes and artwork that gives vitality to environmental themes, in an aesthetic and conceptual manner. Our contest seeks to push the boundaries of the watershed that determine this subtle difference, thereby focusing on heightening awareness and demonstrating healthy management of the formal structure.

We are interested in linguistic diversity, the healing of incoherences, beauty that goes beyond the traditional "beautiful", a strong impact, a thematic collapse, a dramatic dryness, a perceivable tension... We are interested in the quiet after the storm, reasonable sensibilties, blue in height as well as depth... We are interested in all art that shows a thematic affinity and an approach without formalities, thereby confirming that an atypical contest provides a rational platform towards reaching ongoing external resolutions.

Browse This Group

This is a Vimeo Group. Groups allow you to create mini communities around the things you like. Check out other interesting groups. Groups