1. TERME DI CARACALLA. AREA ARCHEOLOGICA (ROMA, ITALY)

    14:01

    from etruscanwarrior Added 0 0 0

    AREA ARCHEOLOGICA ROMANA DELLE TERME DI CARACALLA. THERMAL BATHS OF CARACALLA ARCHAEOLOGICAL ZONE (ROME, ITALY). Le Terme di Caracalla (in latino Thermae Caracallae) o Antoniniane (dal nome della dinastia degli Antonini) costituiscono uno dei più grandiosi esempi di terme imperiali romane essendo ancora conservate per gran parte della loro struttura. Furono realizzate per volontà dell'imperatore Caracalla sull'Aventino tra il 212 e il 217 d.C (come dimostrano i bolli laterizi) in un'area nei pressi del Circo Massimo costruito dal re Tarquinio Prisco. Queste terme erano le più sontuose della capitale dell'Impero Romano benché destinate all'uso di massa del popolino dei vicini quartieri popolari della XII Regio, mentre le classi sociali più benestanti erano solite frequentare quelle di Agrippa, di Nerone, o soprattutto di Traiano sull'Esquilino. Le Terme di Caracalla successivamente furono superate in grandezza solo da quelle di Diocleziano, tuttavia le rovine rimaste sono l'esempio più integro di grandi terme imperiali libere da ingombri urbanistici di epoca successiva. Secondo alcuni studiosi la costruzione del complesso fu avviata nel 206 da Settimio Severo, capostipite della dinastia antonina, ma in ogni caso fu completata nel 216 da suo figlio Caracalla salito al trono nel 211. Anche i loro successori Eliogabalo (218-222) ed Alessandro Severo (222-235) si interessarono alla costruzione e decorazione del recinto esterno dell'edificio. Per l'approvvigionamento delle terme nel 212 fu creato un ramo speciale dell'Acqua Marcia (uno degli acquedotti di Roma antica) l'Aqua Antoniniana che oltrepassava la Via Appia sull'Arco di Druso. Il complesso termale fu realizzato in un quartiere piuttosto povero della metropoli e per i lavori della spianata fu necessario abbattere gli edifici preesistenti e sbancare un'ampia area verso l'Aventino, oltre a colmare con la terra di risulta il lato opposto. L'accesso al grandioso complesso fu garantito dalla Via Nova, ampia strada probabilmente alberata. Vari lavori di restauro furono realizzati da Aureliano, Diocleziano, Teodosio e fino all'epoca di Teodorico (474-526). Polemio Silvio nel V secolo le citava come una delle sette meraviglie di Roma, famose per la ricchezza della loro decorazione e delle opere che le abbellivano. Durante la Guerra Gotica (535-553) in seguito al taglio degli acquedotti ad opera di Vitige, re dei Goti, dal 537 le terme cessarono di funzionare come tali. Da allora e nel secolo successivo la parte centrale venne utilizzata come xenodochio, mentre l'area circostante fu usata come cimitero per inumazione. Abbandonato e riutilizzato a varie riprese anche a fini abitativi, l'intero complesso venne infine sfruttato come zona agricola, vigneto in particolare, ad uso di proprietari di ville vicine, o di enti ed associazioni ecclesiastiche. Dall'abbandono nel VI secolo non venne però mai meno lo sfruttamento dei ruderi come cava per materiali anche di pregio (marmi e metalli) e per intere strutture (architravi, colonne, ecc.) da riutilizzare per l'edilizia di qualità: il Duomo di Pisa e la basilica di S.Maria in Trastevere contengono ad esempio strutture architettoniche prelevate dall'area termale. Da rilevare anche la prolungata presenza, nelle vicinanze di calcare per la trasformazione in calce dei marmi pregiati. Le terme furono oggetto di scavo sin dal XVI secolo, quando, sotto il pontificato di papa Paolo III resero statue famosissime. Molte di queste opere entrate nella collezione Farnese presero in seguito la strada per Napoli per vicende ereditarie e dinastiche. Tra i pezzi di scultura più celebri rinvenuti tra le rovine delle terme ci fu anche il torso del Belvedere conservato ai Musei Vaticani, che tanta importanza ebbe per l'arte dell'età manierista a partire da Michelangelo. L'ultima colonna intera venne rimossa nel 1563 per essere donata da papa Pio IV al primo granduca di Toscana Cosimo I de Medici, che la fece collocare al centro di piazza S.Trinita a Firenze, dove divenne la Colonna della Giustizia. Galleria di immagini con fotografie scattate venerdì 19 giugno 2015.

    + More details
    • ANZIO (ROMA, LAZIO, ITALY)

      10:51

      from etruscanwarrior Added 2 0 0

      Anzio, comune di 53986 abitanti della Città Metropolitana di Roma, Lazio, Italia. Rappresenta l'erede diretta dell'antica città di Antium (le attuali Anzio e Nettuno) la quale per un lungo periodo fu la principale città della popolazione dei Volsci finché non fu occupata dai romani. Questa località ospitò Cicerone quando tornato dall'esilio vi riorganizzò i resti delle sue biblioteche desiderando metterli in un posto sicuro e i patrizi romani più eminenti vi costruirono bellissime ville in riva al mare. Gli imperatori della dinastia Giulio-Claudia la visitarono frequentemente e Mecenate vi possedeva una villa. Ad Antium nacquero gli imperatori Caligola e Nerone: quest'ultimo fondò una colonia di veterani e costruì un nuovo porto le cui rovine sono ancora esistenti. Anzio è conosciuta internazionalmente per essere stata teatro di una delle più celebri battaglie della seconda guerra mondiale, lo sbarco anfibio che da lei prende il nome (nome in codice Shingle). Il giorno 22 gennaio 1944 gli eserciti alleati iniziarono a sbarcare su un'ampia fascia costiera. Anzio e Nettuno rappresentarono tuttavia i perni di tutta l'operazione e il primo fu il centro abitato che subì più danni. Oltre alle vittime civili gran parte del patrimonio edilizio della città andò distrutto o semidistrutto, tra cui Palazzo Sinimberghi sito in piazza Pia con la facciata ricoperta di pitture in graffito di Luigi Fontana (pittore attivo a cavallo del XIX-XX secolo). Lo sbarco si protrasse anche nei giorni successivi ed ebbe termine solo il 31 gennaio, quando approdarono le ultime unità angloamericane. In totale sbarcarono oltre centomila militari con una grande quantità di materiale bellico. I nazifascisti tedeschi e italiani colti di sorpresa iniziarono a reagire energicamente solo tre giorni dopo l'inizio dell'azione, quando si era già costituita una solida testa di ponte attorno ad Anzio, Nettuno e alle zone limitrofe. Tuttavia a causa dell’eccessivo immobilismo iniziale l'obiettivo di una rapida conquista della vicina capitale che aveva spinto gli Alleati a progettare lo sbarco non venne raggiunto. Roma situata a soli cinquanta chilometri di distanza, o poco più, venne infatti liberata solo quattro mesi e mezzo più tardi il 4 giugno 1944, due giorni prima dello sbarco in Normandia. Galleria di immagini con fotografie scattate giovedì 18 giugno 2015.

      + More details
      • Daniele e Anna Sposi - Highlights

        03:49

        from Webreak Added 0 0 0

        Roma, 18 Aprile 2015. Daniele e Anna decidono di unirsi per sempre. L'amore dei famigliari, di decine e decine di amici, e una fede sincera, li accompagnano nel giorno della loro promessa. Nel loro giorno più bello. Riprese, Montaggio e postproduzione: WeBreak.tv www.webreak.tv Colonna sonora: Noa Margalit, "Dear Future Husband" (Meghan Trainor cover). -https://soundcloud.com/noalle31/ Intro: Paper Wedding Opener, by Rodovid - http://videohive.net/item/paper-wedding-opening/3664260

        + More details
        • Le strade romane

          00:30

          from MrsBellavi Added 15 0 0

          La messa in opera di pavimenti consisteva essenzialmente in quattro strati: statumen, rudus, nucleus, e pavimentum.

          + More details
          • FRANCO COLAIEMMA Showreel

            02:53

            from GHIRIGORO MANAGEMENT ROMA Added 0 0 0

            Agenzia Attor: GHIRIGORO MANAGEMENT ROMA Website: http://ghirigoromanagement.wix.com/ghirigoromanagement E.mail: ghirigoro.management@outlook.com

            + More details
            • Bilderberg a Roma in Campidoglio (13.11.2012)

              02:40

              from italiaproletaria Added

              Bilderberg a Roma in Campidoglio (13.11.2012)

              + More details
              • work in progress

                00:03

                from Barbara Added 0 0 0

                work in progress: piccole scene di un mini corto preparato nella Scuola Internazionale di Comics a Roma!

                + More details
                • work in progress part 2

                  00:03

                  from Barbara Added 0 0 0

                  work in progress: piccole scene di un mini corto preparato nella Scuola Internazionale di Comics a Roma!

                  + More details
                  • Ferramenta Italia - ep., Ferramenta Rosati, Roma

                    04:03

                    from Il Chiodo Fisso Added 30 0 0

                    Nel Ferramenta Rosati, Luciano e suo figlio Andrea hanno fatto del gioco il loro principale strumento di marketing. Con tombolate per vincere un trapano. Selfie per ottenere uno sconto. E tante battute ispirate ai doppi sensi della ferramenta: dai piedi di porco (del cliente) ai morsetti (sul collo).

                    + More details
                    • Día 18 - 24 Junio - 2015

                      07:07

                      from Pablo Settimini Added 3 0 0

                      Paseamos por Roma y cenamos en un muy lindo Resto a las afueras de Roma.

                      + More details

                      What are Tags?

                      Tags

                      Tags are keywords that describe videos. For example, a video of your Hawaiian vacation might be tagged with "Hawaii," "beach," "surfing," and "sunburn."