1. Re Arduino - Sans despartir (trailer extended) 03:37

    03:37

    from Andry Verga_Masterblack Added 9 0 0

    www.rearduino.com He was a very well known and important man, opposing the Church, until his excommunication, but at the same time he was the builder and founder of churches and Abbeys, and he died almost a saint in 1015, exactly 1000 years ago. His story is tightly tied to that of the northwestern part of Italy, in the surroundings of Turin. His town of origin was Ivrea, and Ivrea is also the town where the open source project Arduino was born. Can we think that Ivrea has a special soil, giving birth to such great ideas, women and men? Maybe, who knows…but history so far has shown a special kind of fertility in these grounds. A recent project, called “Re Arduino - Sans despartir”, has given birth to a mixed movie, the result pf mixing documentary parts and fiction bits representing real and historical facts; and to a short volume, about one hundred illustrated pages, called “I luoghi di Re Arduino tra storia e leggenda” (Arduino’s places between history and legend), written by Franco G. Ferrer and published by Atene del Canavese, a local publishing company. The movie introduces, through historical reenactments and images; interviews to historians, professors, writers and people passionate about history, to the legendary traditions about king Arduino and to enchanted places. At the same time it will help understand what was historical reality and what was later added and invented in the centuries following his death. To make a long story short, Arduino was born in 955 ca. from Dadone, the Count of Pombia, and from one of the daughters of Arduino Glabrione. In 990 he became marquis of Ivrea and, with the favors of the countryside gentry, he battled fiercely against Peter, Vercelli’s Bishop, until he personally killed him in 997, and this cost him the excommunication by Warmund (Varmundus), Ivrea’s bishop. He didn’t submit, though, and, upon Ottone the Third’s death, he managed to be crowned King of Italy in Pavia, on February 12, 1002, and to be recognized as king by northern and central Italy. After a long siege in the Sparone fortress, he won back his prestige in the Western part of Italy, therefore the imperial crowning (second descent) of Henry II in Rome (1014) was followed by a revolt of partisans on the side of Arduino. He apparently gained the favors of all of the nobleman in north Italy , but the opposition of Bonifatius, Marquis of Tuscany, and of Milan’s Bishop, Arnulf, and a serious illness made him quit the royal insignia and become a monk in Fruttuaria Abbey in 1014. www.rearduino.com A Mille anni dalla morte di Arduino (1015), marchese d’Ivrea e Re d’Italia, è in corso avanzato di realizzazione un progetto di riscoperta e valorizzazione, anche in chiave turistica, di questa straordinaria figura storica, attraverso la produzione di un videodocumentario e di una pubblicazione editoriale. “Re Arduino – Sans despartir” attraversa il Canavese seguendo le tracce di Arduino, Marchese di Ivrea e Re d’Italia, vissuto intorno all’anno Mille, scomunicato antagonista del potere vescovile, eppure fondatore di chiese e abbazie, morto in odore di santità. La troupe condotta dal regista Andry Verga è stata in chiese e castelli alla scoperta delle tracce di Arduino, raccontandone la storia e le avventure guerriere, ricostruendo i momenti centrali della sua vita (la maledizione e la scomunica, l’incoronazione a Pavia, l’assedio di Sparone, la morte ecc.) grazie alla collaborazione con i gruppi storici del Patto Arduinico (Gruppo Storico La Motta di Sparone, Rievocando Fruttuaria di San Benigno e Speculum Historiae di Torino) che hanno dato rigore filologico ai costumi e ai combattimenti. Alle rievocazioni e alle immagini, realizzate nei luoghi di Arduino con attrezzature professionali e in alta definizione, utilizzando anche riprese aeree, si alterneranno interessanti interviste a storici, studiosi, scrittori e appassionati (tra gli altri Giuseppe Sergi medievista e Paolo Buffo paleografo, entrambi dell’Università degli studi di Torino, il vescovo emerito di Ivrea Luigi Bettazzi, Giovanni Bertotti, Marco Notario, Franco G. Ferrero, Claudio Màddio, Elisabetta Signetto, Giuseppe Simonetta, Laura Ciocchetto, Pietro Bertoldo) che aiutano lo spettatore ad approfondire la conoscenza di uno dei numi tutelari del Canavese. Il documentario, strumento informativo e allo stesso tempo veicolo promozionale del territorio Canavesano, è stato realizzato dalla casa di produzione Masterblack di San Giusto Canavese, con la regia di Andry Verga; il video sarà confezionato in DVD (durata prevista 80 minuti più altri 15 minuti di video extra). Le musiche sono dei tempi di Arduino, interpretate da Paolo Lova al liuto e dalla corale En Clara Vox di Ivrea. "Re Arduino - Sans despartir" è un abbinamento editoriale Libro + DVD non vendibile separatamente contatti e info: www.rearduino.com info@rearduino.com www.facebook.com/ReArduinoDVD

    + More details
    • DVD & EXTRA... "Re Arduino - Sans despartir"

      15:30

      from Andry Verga_Masterblack Added 21 1 0

      DVD & EXTRA... "Re Arduino - Sans despartir" 70 min. di docufiction + 20 min di extra video. www.rearduino.com A Mille anni dalla morte di Arduino (1015), marchese d’Ivrea e Re d’Italia, è in corso avanzato di realizzazione un progetto di riscoperta e valorizzazione, anche in chiave turistica, di questa straordinaria figura storica, attraverso la produzione di un videodocumentario e di una pubblicazione editoriale. “Re Arduino – Sans despartir” attraversa il Canavese seguendo le tracce di Arduino, Marchese di Ivrea e Re d’Italia, vissuto intorno all’anno Mille, scomunicato antagonista del potere vescovile, eppure fondatore di chiese e abbazie, morto in odore di santità. La troupe condotta dal regista Andry Verga è stata in chiese e castelli alla scoperta delle tracce di Arduino, raccontandone la storia e le avventure guerriere, ricostruendo i momenti centrali della sua vita (la maledizione e la scomunica, l’incoronazione a Pavia, l’assedio di Sparone, la morte ecc.) grazie alla collaborazione con i gruppi storici del Patto Arduinico (Gruppo Storico La Motta di Sparone, Rievocando Fruttuaria di San Benigno e Speculum Historiae di Torino) che hanno dato rigore filologico ai costumi e ai combattimenti. Alle rievocazioni e alle immagini, realizzate nei luoghi di Arduino con attrezzature professionali e in alta definizione, utilizzando anche riprese aeree, si alterneranno interessanti interviste a storici, studiosi, scrittori e appassionati (tra gli altri Giuseppe Sergi medievista e Paolo Buffo paleografo, entrambi dell’Università degli studi di Torino, il vescovo emerito di Ivrea Luigi Bettazzi, Giovanni Bertotti, Marco Notario, Franco G. Ferrero, Claudio Màddio, Elisabetta Signetto, Giuseppe Simonetta, Laura Ciocchetto, Pietro Bertoldo) che aiutano lo spettatore ad approfondire la conoscenza di uno dei numi tutelari del Canavese. Il documentario, strumento informativo e allo stesso tempo veicolo promozionale del territorio Canavesano, è stato realizzato dalla casa di produzione Masterblack di San Giusto Canavese, con la regia di Andry Verga; il video sarà confezionato in DVD (durata prevista 80 minuti più altri 15 minuti di video extra). Le musiche sono dei tempi di Arduino, interpretate da Paolo Lova al liuto e dalla corale En Clara Vox di Ivrea. Igor Ferro ha curato la colonna sonora scrivendo anche il brano originale "Sans Despartir" interpretato dal medesimo alla ghironda e da Paolo Lova al liuto. Le altre musiche originali sono di Mirko Barbesino. Insieme al video verrà prodotta e distribuita anche la Guida illustrata “I luoghi di Re Arduino tra storia e leggenda”, con i testi di Franco G. Ferrero, per l’editore Atene del Canavese. Il volumetto, di un centinaio di pagine, condurrà il lettore su un itinerario che collega tutti i luoghi che videro Arduino in vita (il Duomo di Ivrea dove fu maledetto, il Duomo di Pavia dove fu incoronato, la Rocca di Sparone dove resistette all’assedio delle truppe vescovili, l’Abbazia di Fruttuaria a San Benigno, dove si ritirò e morì) e quelli dove ne vennero trasferite le spoglie (Castello di Agliè e Castello di Masino). La guida non si ferma ai luoghi della storia ma conduce anche dove rimane una memoria leggendaria del sovrano: al Santuario di Belmonte, a Santa Maria di Doblazio a Pont, nei castelli di Valperga, Parella e San Martino, a Vestignè e ad Ivrea, tra le torri di Pont e la “finta” casa di Re Arduino a Cuorgnè, solo per fare qualche esempio. Ripercorrere le tradizioni leggendarie su Arduino ci aiuterà a scoprire luoghi incantati, ma anche a distinguere tra le numerose invenzioni dei secoli successivi e la realtà storica. Il video e la Guida saranno presentati, a partire dal Salone del Libro di Torino nel maggio 2015, attraverso proiezioni e presentazioni bibliografiche, che si terranno anche nei luoghi storici del Canavese che videro la presenza di Arduino. E’ stato realizzato anche un sito Internet http://www.rearduino.com e una pagina facebook https://www.facebook.com/ReArduinoDVD dove si potrà presto vedere il trailer del film. Per informazioni e contatti: info@rearduino.com http://rearduino.com

      + More details
      • "Speculum Historiae" Ass. Culturale

        07:11

        from Andry Verga_Masterblack Added 13 0 0

        L’Associazione si propone di ricostruire nel dettaglio ogni aspetto della vita dei nostri avi, dagli eventi domestici a quelli militari, dalla religione all’artigianato, basandosi su documenti, iconografie e reperti al fine di garantire una riproduzione corretta e precisa. I nostri progetti abbracciano attività come la ricostruzione storica “in costume”, attività culturali e didattiche, l’archeologia sperimentale, la sperimentazione di tecniche di combattimento e di arcieria storica, e molto altro. email: speculum-historiae@email.it Facebook: http://www.facebook.com/SpeculumHistoriae

        + More details
        • Backstage (dietro le quinte di Re Arduino)

          06:16

          from Andry Verga_Masterblack Added 20 0 0

          http://rearduino.com/backstage/ Backstage - Re Arduino – Sans despartir “Re Arduino – Sans despartir” è una docufiction che narra con splendide immagini e attenzione alla verità storica le vicende di Arduino, marchese d’Ivrea e re d’Italia, vissuto intorno all’anno Mille. In antiche chiese e castelli siamo andati alla scoperta delle tracce di Arduino, raccontandone la storia e le avventure guerriere, abbiamo ricostruito in modo fedele i momenti centrali della sua vita, con i gruppi storici del Patto Arduinico (Gruppo Storico La Motta di Sparone, Rievocando Fruttuaria di San Benigno e Speculum Historiae di Torino). Alle ricostruzioni storiche e alle riprese si alternano interessanti interviste a importanti storici, studiosi e appassionati (il medievista Giuseppe Sergi, il paleografo Paolo Buffo, il Vescovo Emerito della diocesi di Ivrea Luigi Bettazzi e poi Giovanni Bertotti, Marco Notario, Marco Cima, Claudio Maddio, Elisabetta Signetto, Giuseppe Simonetta e Laura Ciocchetto, Franco G. Ferrero, Pietro Bertoldo). Gli EXTRA (20 min.) contengono il backstage del film, il video musicale “Sans despartir” con Paolo Lova (liuto) e Igor Ferro (ghironda), il canto gregoriano della corale En Clara Vox, il documentario Speculum Historiae, due trailers del film. Regia: Andry Verga, Sceneggiatura: Igor Ferro, Musiche: Mirko Barbesino, Produzione: Masterblack DVD e LIBRO non vendibili separatamente - 2015 - contatti: info@rearduino.com

          + More details
          • Battle of the Oranges 2012

            03:02

            from Andry Verga_Masterblack Added 11.3K 14 0

            Filmed and Edit by Andry Verga with Canon 550 http://www.masterblack.it/ Music: Recognize U by James Wynne Interloper by Kevin MacLeod - Album: Scoring: Tension Archangel by Two Step from Hell - Archangel ℗ 2011 Ivrea, a town in northwestern Italy is most famous for its traditional carnival celebration. The core of the Carnevale di Ivrea is the famous Battle of the Oranges where thousands of citizens are divided into nine teams who them violently pelt each other with oranges. These orange battles occur on the traditional carnival days of Sunday, Monday and Tuesday. Held every year in late February, the celebration revolves around a 12th century legend of a miller’s daughter who refused the local duke’s “right” to spend a night with each newlywed woman in his domain and instead chipped off his head. This refusal lead the commoners in the town revolting against their rulers, they then stormed and burned the palace. Each year a young girl is elected “Mugnaia” and plays the role of Violetta, the miller’s daughter who still today, honored as a local symbol of freedom. Royal battles are fought in the town's historical squares between throwers on foot representing the people in revolt and others on waggons drawn by horses in gay trappings, who take the part of the tyrant's officers. Another feature introduced by the French Revolution is the sort of red woollen nightcap falling over the right shoulder. Known as the "Phrygian bonnet" by analogy with the cap worn by freed slaves in Rome and adopted in France as a Republican symbol, this is de rigueur for those who venture out between Ivrea's red towers and the cerulean Dora during carnival time. An account will now be given of the individual items on the calendar of the Ivrea Carnival from Epiphany to Ash Wednesday, the various ceremonies and other events that take place, and their historical background. There can be no doubt that this is the most spectacular moment of the whole event, clearly depicting the fight for freedom, the symbol of Ivrea Carnival. Together with all the historical events in the Carnival at Ivrea, the orange battle constitutes an incredible cultural and goliardic heritage, making the Carnival one of the most important on the national and international scene. Throwing oranges is also the event in which most people can be involved: anyone can do it by becoming a member of one of the nine foot teams or of one of the groups throwing from a cart. http://www.storicocarnevaleivrea.it/English/ It's not-commercial video

            + More details
            • Uscita del Generale, Carnevale 2011

              05:41

              from Alessandro Added 64 0 0

              + More details

              What are Tags?

              Tags

              Tags are keywords that describe videos. For example, a video of your Hawaiian vacation might be tagged with "Hawaii," "beach," "surfing," and "sunburn."