1. ADI ULMANSKY feat. BORGORE - Was It You?

    04:05

    from Gal Muggia / Added

    125K Plays / / 34 Comments

    Boy: Avi Mazliah Girl: Gita Ameli Directed by Gal Muggia Cinematography: Eitan Hatukah Editing: Amir Winkler FX: Omri Grossman Color & additional VFX: Tal Baltuch Produced by Michael Moshonov & Lael Utnik Visual concepts by Tal Baltuch and Gal Muggia Borgore scene shot by Matan Akerman Set Design: Noa Goffer & Natalie Feldsman Styling: Noa Nozik Jewelry: Gal Vardi Make-Up: Michal Aran, Rona Segal Line Producer: Einav Nitzani AD: Michael Moshonov AC: Naor Leev Gaffer: Misha Kaminski, Fatian Ibrahim Best Boy: Or Viner Grip: Alex Liberman One man crew: Gilad Lustig Production Assistants: Yuval Nobelman, Alon Hutter Special Thanks: The Muggia Family, Matan Berkowitz, Rona Segal, Alon Leder, Noa Flecker, Yiftach Chotzev and Nir Perry INI-MA Productions www.ini-ma.com www.galmuggia.com www.galisfly.com Follow Adi on: http://facebook.com/AdiUlmansky http://soundcloud.com/adiulmansky http://instagram.com/adiulmansky http://twitter.com/AdiUlmansky

    + More details
    • 2011ago24 - Muggia - Izola

      03:09

      from Jan / Added

      4 Plays / / 0 Comments

      24 agosto 2011 - Pagaiata transfrontaliera da Muggia (I) a Izola (SLO).

      + More details
      • Bellezze Naturali - Le Magiche Bellezze VOD

        23:41

        from fluido / Added

        0 Plays / / 0 Comments

        Al giorno d’oggi domina il pensiero scientifico, tutti noi cerchiamo di dare una risposta razionale a tutto ciò che accade intorno a noi, ma a volte può succedere che spiegazioni “valide” non si possano trovare. Proprio in questi casi ci ricordiamo di quelle “forze occulte della natura”, come recita il dizionario della lingua italiana alla voce: “magia”. Ed è proprio un viaggio nel mondo della magia che le Bellezze Naturali vogliono presentare, a cominciare dall’apertura dove un sacerdote, come quelli dei tempi antichi, introdurrà la sfilata, imparerà ai presenti i segreti della divinazione e spiegherà come dominare queste “forze occulte” a beneficio o a maleficio degli uomini o degli animali. Il mondo della magia si può suddividere in quattro grandi categorie distinte da altrettanti colori: La magia bianca, quella benefica per eccellenza, impersonificata da una dama bianca della luce che attraverso riti e formule magiche, incita al risveglio l’albero della vita. Attorno alla dama ballano le elfe a cavallo di magici unicorni insieme ad un gruppo di fatone. La magia nera, quella utilizzata per scopi non proprio benefici, rappresentata da delle maghe nere che precedono l’arrivo della banda musicale, quest’ultima impersonificante lo spirito del male e seguita da bambolone voodo con streghe che risvegliano morti nel cimitero. La magia rossa, ovvero l’arte delle pozioni e degli incantesimi, rappresentata da tre streghe rosse che attraverso la preparazione di un filtro magico, con tutti gli ingredienti del caso, faranno si che la bella principessa contesa tra due principi, si innamori di quello più “virtuoso”. Non potranno mancare le cartomanti che del futuro e del destino hanno fatto professione. La magia verde, quella più antica, quella di quando l’uomo viveva astretto contatto con la natura, rappresentata da uno stregone verde, attorniato da gnomi e gnome, che attraverso la raccolta delle erbe applica il rito d’adorazione della natura come auspicio per un nuovo anno e una nuova stagione feconda. Anche il teatro, la televisione e i nuovi mezzi di comunicazione danno ancora oggi spazio e risalto a quella che possiamo definire magia moderna. Maghi o presunti tali, prestigiatori ed imbonitori che pur non avendo un colore specifico, non possono mancare in una sfilata che si rispetti. Quindi largo a personaggi del calibro del Mago de Umago, del Mago Oronzo, del Mago Otelma, del Mago Topolino, del Mago di Arcella o del re degli illusionisti David Copperfield. Il viaggio in questo magico mondo sta per concludersi… e dove se non alla La Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts dove Harry Potter alle prese con una partita di Quidditch tra le quattro torri rappresentanti le altrettante casate della scuola, dovrà vedersela con un gigantesco drago presente sul carro principale che vuol rappresentare la magia fantasy. Che sia occulta, che sia buona, cattiva o di fantasia, la magia ha sempre affascinato grandi e piccini e crediamo continuerà a farlo proprio grazie alla nostra sfilata; vi aspettiamo dunque per fare questo viaggio assieme a noi in quella atmosfera magica che, lo possiamo dire forte, solo il Carnevale Muggesano sa ricreare ogni anno.

        + More details
        • Bellezze Naturali - Sora e soto delle nuvole.... tutto ciò che vola

          23:59

          from fluido / Added

          17 Plays / / 0 Comments

          Quest'anno vogliamo cimentarci nel rappresentare tutto ciò che "stà per aria" partendo dall' altissimo e scendendo fino alle nostre teste. Sul trono delle nuvole il creatore guarda tutti dall'alto in basso, mentre nello spazio il sole (antica divinità pagana) è fonte di luce che regola la vita dei pianeti e dei loro satelliti. Un disco volante musicale rappresenta gli ufo e i marziani alla conquista delle vie di Muggia dove infuriano accese battaglie. Alcuni bravi astronauti/sarti/stilisti tentano di ricucire il buco dell'ozono evitando il passaggio dei dannosi raggi ultravioletti. Lo storico dirigibile Zeppelin apre la sfilata di oggetti volanti ben identificati che si danno battaglia nei cieli, mentre in successione un gruppo di coraggiose paracadutiste si lanceranno senza paura (speremo ben). Entra in scena l'aeronautica con la mitica banda delle Bellezze Naturali seguita da uno stormo particolare di uccelli come i pipistrelli e i fenicotteri. Scendendo sempre di più, troviamo gli insetti con le fastidiose zanzare tigre che disturbano i campeggiatori tedeschi con le loro punture. Per i più piccoli un gruppetto di fatine volanti introducono il possente carro: Pegaso, cavalcato da Ercole, spicca il volo in volo verso gli spazi siderali dove solo la nostra e la vostra immaginazione può arrivare.....

          + More details
          • Brivido - Ma che deserto... d'Egitto

            24:09

            from fluido / Added

            29 Plays / / 0 Comments

            "Ma che deserto d'Egitto", qualcuno si potrebbe chiedere: "mica la Brivido ci presenterà di nuovo le solite scenette e coreografie e macchiette viste e riviste a Muggia, sull'Egitto, piramidi, faraoni e chi più ne ha più ne metta?!!!" Potrebbe forse anche essere così, ma per un attimo chiudete gli occhi e fatevi trasportare dal suono del vento del deserto e immaginate di essere in un posto che allo stesso tempo è antico e moderno, magico e incantevole. Geroglifici viventi che creano le più varie forme di scritte assistiti da uno scriba, sinuose dune che si muovono al ritmo della natura e della musica e cambiano aspetto venendo modellate dal vento. La presenza degli animali come gli scarabei ma anche scorpioni e serpenti che assieme ai cammelli, guidati dai beduini vivono n quest'ambiente ostile. Gli schiavi che trasportano le pietre e danno vita al mistero della costruzione delle piramidi o del tempio di Abu Simbel, dove l'imponente presenza delle statue del faraone Ramses verrà trasferita all'epoca attuale. La famosa arte dell'imbalsamazione reinterpretata e la presenza di inquietanti mummie renderà tutto meraviglioso e speciale, mentre una terrificante tempesta di sabbia si abbatterà sulla nostra sfilata creando un effetto originale sul carro. Ma si sa che, anche il caldo e il sole possono giocare brutti scherzi, bisognerà stare attenti poiché si potrebbe andare incontro a dei veri e propri miraggi e scambiare la sabbia per acqua e ciò che sembra vero in realtà non esiste. Una crociera sul Nilo poi, attraverserà le strade di Muggia e ci condurrà alla scoperta di questi esclusivi posti, permettendo così per un momento di sfuggire al freddo dell'inverno muggesano. NEWS NEWS NEWS Notizia Ansa dell'ultim'ora, alcune fonti danno per certa la temuta invasione della "volpe del deserto" Rommel, si avvisa la popolazione di prestare la massima attenzione nel caso di allarme generale.

            + More details
            • Brivido - Uccellini... uccellacci VOD

              15:24

              from fluido / Added

              0 Plays / / 0 Comments

              Gli uccelli sono un patrimonio prezioso e indisponibile dell’umanità. Sono di tutti ma nessuno ne può disporre a piacimento; anzi, è necessario impegnarsi concretamente, attraverso leggi, programmi, azioni, affinché essi siano tutelati e conservati nella maniera più adeguata. È questo il principio generale cui la comunità internazionale è finalmente giunta, dopo una lunga storia in cui, per gli animali e la natura in genere, una protezione non c’è stata o non è stata sufficiente. Con l’esplosione della crisi ambientale e la conseguente diffusione della cultura ecologista e di sempre più approfondite attività di ricerca, il quadro complessivo è mutato e una nuova strada di attenzione verso la natura è strada intrapresa. Varie convenzioni internazionali (Washington 2004 sul commercio delle specie in via di estinzione; Bonn 2010 sulla fauna migratrice; Berna 2012, sulla conservazione di specie e habitat; Rio de Janeiro 2013, sulla biodiversità) e due direttive comunitarie (la Uccelli selvatici del 2011 e la Habitat del 2013). hanno definito la prospettiva entro cui, i vari Stati, devono operare per garantire quelle misure necessarie affinché la diversità biologica possa essere conservata per il presente e il futuro, e con essa gli habitat naturali, i siti, i paesaggi. E allora prima di regolamentare e destinare i pennuti negli appropriati ambienti naturali, la comp. Brivido associazione da sempre sensibile agli argomenti inerenti l’ecologia, ha deciso di radunare tutti i volatili a Rio de Janeiro in occasione del carnevale, attraverso una migrazione globale già iniziata da tempo vista la lontananza, con appuntamento alla kermesse denominata : “ UCCELLINI…UCCELLACCI…” Domenica 2 marzo 2014, l’invito è rivolto a tutte le razze, naturalmente gli uccelli partecipanti saranno coinvolti in una festa incredibile della durata di 3 giorni salvo cedimenti, per poi avere destinazione negli habitat naturali a loro assegnati. E ALLORA SAMBA !!!!!!!!!!!!!!!!! e buon divertimento

              + More details
              • Bulli e Pupe - Ua Ua ognidun a casa sua

                22:47

                from fluido / Added

                19 Plays / / 0 Comments

                Bambin mio di mama, ti scrivo cusì ti sa che ti go scrito, se ti riva la letera vol dir che la xè rivada, se no la xè rivada scrivime, cusì ti scrivo di novo ( stago atenta a scriver pian perché so che no ti legi svelto). Qua a Muja no xe’ malamente e gnanca el tempo no xè malamente, settimana pasada gà piovesto solo duve volte, la prima volta tre giorni e la seconda quattro. El quartier che i ne gà dado xè moderno ma no so se duto funziona ben: la cusina xè bela granda, con duti i lektro-domestichi; xè anca machina “lavastovaglie” che no ne servi perché doparemo giornal vecio che dura bastanza giorni, no tovàia….. El frigo-fero funziona inevze ben, gavemo meso drento patate, nosele, panocie e’l struto e la patina di scarpe, e di soto xè una bela vascheta comoda che papà tien drento scarpe e calze doperade perchè povero ti si ricordi anca ti che el gà sempre forte odor di pie. La Camara di dormir xè granda, gavemo zà meso i ciodi sul muro per la corda di sugàr. El bagno ga sul muro matonele bianche coi fioreti, però sentàl dove si fa bisogni no xè comodo: no gà la tavoleta per sentarse e gà spruzo ( comodo perchè no ocori doprar carta) ma no il buso, cusì i bisogni ghe vol ingrumarli, meterli in una borsa e dopo sul pianerotolo, sinò in casa i spuza. Lavatrice no funziona ben, gò meso drento mudande e straze di naso, gò serà il covercio e strucado il boton, dopo che xè finì il rumor di l’acua iera sparido duto e no so quando torna indrio la roba: sule istruzioni xè scrito “in due ore la biancheria ritornerà pulita”, ma xè za pasado un giorno. No rivo capir ben un mobileto di fero bianco pien di botoni coloradi di duti i colori e con finestra tonda di vetro davanti.... sto mobile camina pel bagno e spandi per tera duta acua da tubo di goma.... Per el resto duto ben che altretanto spero di ti, se ti vedi tuva sorela saludimela di parte mia, si no ti la vedi no dirghe gnente. La tuva mama che ti vol tanto ben, cusì lontan che ti son de mi. ( volevo mandarte un pochi de soldini, ma gavevo za licado e incolado la busta)

                + More details
                • Cohen@Mushon - Ma Kore Li?

                  03:07

                  from Gal Muggia / Added

                  824 Plays / / 2 Comments

                  Cohen@Mushon - Ma Kore Li? Produced by Romi Noy Shot by Yotam Guendelman Directed & Edited by Gal Muggia

                  + More details
                  • Dia do Sim e Anexo Mariage

                    01:55

                    from Martu / Added

                    909 Plays / / 0 Comments

                    + More details
                    • Follia!

                      01:04:03

                      from Elsa Fonda / Added

                      5 Plays / / 0 Comments

                      Monologo di Elsa Fonda andato in scena al castello di Muggia. 2014 www.elsafonda.it

                      + More details

                      What are Tags?

                      Tags

                      Tags are keywords that describe videos. For example, a video of your Hawaiian vacation might be tagged with "Hawaii," "beach," "surfing," and "sunburn."